12 dicembre 2018
Aggiornato 13:30

“Grazie a Suns Europe abbiamo riacceso un faro sulla Catalogna”

Sono le parole di Maria Xinxò, arrivata a Udine per presentare il suo libro sul fiocchetto giallo
“Grazie a Suns Europe abbiamo riacceso un faro sulla Catalogna”
“Grazie a Suns Europe abbiamo riacceso un faro sulla Catalogna” (Suns)

UDINE – Suns Europe non è servito solo per far conoscere gli artisti che utilizzano la lingua della propria regione d’origine per fare musica, ma anche per riaccendere un riflettore sulla questione catalana. Tra gli ospiti della quattro giorni del Festival, infatti, c’è stata anche Maria Xinxò, giornalista (lavora a RAC1, la più importante emittente privata catalana, dove partecipa alla conduzione di Islàndia) e scrittrice che ha scritto un libro dedicato al simbolo della protesta catalana, il fiocchetto giallo (‘El llaç groc’).

IL FIOCCO GIALLO - «In Europa è calata l’attenzione su quanto accaduto in Catalogna. Da noi non è successo, visto che ci sono ancora dei prigionieri politici, due dei quali hanno iniziato uno sciopero della fame. In Catalogna la gente rivendica ancora libertà per queste persone indossando il fiocchetto giallo». Così Xinxò ha cercato di chiarire cosa sta succedendo nella sua terra, spiegando anche il valore del simbolo ‘El llaç groc’: «In Spagna si è cercato di mettere al bando il colore giallo, perché considerato sinonimo della richiesta di indipendenza. In realtà il fiocchetto vuole solo ricordare quello che sta subendo il popolo catalano, la repressione politica dei suoi rappresentanti».

IL LIBRO - Ecco perché Xinxò ha voluto scrivere il suo libro, per raccontare il vero significato del fiocchetto. «Non tutti quelli che lo portano sono indipendentisti, ma certamente tutti vogliono porre l’accento sul fatto che in un Paese civile e democratico, nel ventunesimo secolo, non si possano limitare in questo modo i diritti civili delle persone»

FUTURO - Sul futuro della sua regione, la scrittrice non ha dubbi: prima dovrà essere risolta la questione di chi si trova in prigione (è probabile che la sentenza sarà molto dura), poi si dovrà affrontare il tema di come raggiungere l’indipendenza della Catalogna. «Un percorso – assicura - che non sarà né semplice né breve».  Xinxò ha voluto ringraziare gli organizzatori di Suns Europe (progetto della cooperativa Informazione Friulana col sostegno finanziario dell'ARLeF - Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Udine e della Fondazione Friuli) per averla invitata a Udine, dandole la possibilità di parlare della Catalogna: » Ci aspettavamo che l’istituzione Europa avesse un atteggiamento più severo nei confronti del governo spagnolo, ma questo non è successo. Ecco perchè è importante aver partecipato a Suns Europe, dove ho trovato la solidarietà delle altre minoranze europee mantenendo vivo il significato del fiocchetto giallo». 

IL FESTIVAL - Suns Europe è un progetto organizzato dalla cooperativa Informazione Friulana col sostegno finanziario dell'ARLeF - Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Udine, della Fondazione Friuli e dell'istituto basco Etxepare, in collaborazione con la cooperativa PuntoZero e altri soggetti pubblici e privati, friulani e internazionali, con il patrocinio del Consiglio d’Europa e dell’NPLD - Network to Promote Linguistic Diversity, la rete europea per la promozione della diversità linguistica.