12 dicembre 2019
Aggiornato 02:00
Terzo D'Aquileia

Strage famigliare in Austria: tra le vittime c'è anche una contessa friulana

Il 54enne Tono Goess che ha imbracciato il fucile facendo fuoco il padre, il fratello e la matrigna, Margherita Cassis Faraone

TERZO D’AQUILEIA – E’ stata una vera a propria strage famigliare, con il 54enne Tono Goess che ha imbracciato il fucile facendo fuoco contro il padre 92enne, Ulrich Goess-Enzenberg, il fratello 52enne Ernst, e la matrigna 87enne, la contessa Margherita Cassis Faraone, originaria di Terzo di Aquileia. Il fatto è avvenuto giovedì a una trentina di chilometri da Vienna, nella località di Stetten. Un triplice omicidio già confessato, e motivato dall’autore della strada dai cattivi rapporti in famiglia. L’uomo soffriva anche di gravi problemi di salute causati da un tumore al cervello, che già in passato l’avevano visto protagonista di scatti d’ira e reazioni violente.

COMUNITA' DI TERZO COLPITA - Una strage che ha sconvolto non solo l’Austria ma anche la comunità di Terzo d’Aquileia. La contessa Margherita Cassis Faraone, infatti, era conosciuta e stimata nella Bassa Friulana e non solo. Un tempo proprietaria di diversi immobili in paese, amava la cultura e la musica, ed era stata tra i soci fondatori della Fondazione Teatro Verdi di Trieste. Molte le donazioni effettuate a favore delle realtà di Terzo d’Aquileia, che oggi piangono una vera e propria benefattrice che si faceva vedere spesso in paese.