27 maggio 2019
Aggiornato 14:00
L'intesa

Patto Confcommercio Fvg-sindacati a sostegno dell’economia colpita dal maltempo

Un’ora di lavoro di dipendenti e imprese per il rilancio post-alluvione dei territori dell'Alto Friuli
Patto Confcommercio Fvg-sindacati a sostegno dell’economia colpita dal maltempo
Patto Confcommercio Fvg-sindacati a sostegno dell’economia colpita dal maltempo

UDINE - Un gesto di solidarietà a favore di un territorio duramente penalizzato anche dal punto di vista economico dall’alluvione di fine ottobre. Confcommercio del Friuli Venezia Giulia e le segreterie di Cgil, Cisl e Uil, sottoscrivono l’istituzione di un fondo paritetico da devolvere a sostegno delle popolazioni dell’Alto Friuli colpite dal maltempo con l’obiettivo di favorire non soltanto la ripresa delle normali attività socio-economiche, ma anche il rilancio delle condizioni di crescita della montagna.

UN'ORA DI LAVORO DEVOLUTA - Il fondo, secondo l’intesa sottoscritta dal presidente di Confcommercio Fvg Giovanni Da Pozzo, dal segretario di Cgil Udine Natalino Giacomini, dal segretario della camera sindacale Uil Udine Ferdinando Ceschia e dai coordinatori referenti Ast Cisl Udine Renata Della Ricca e Ast Cisl Alto Friuli Valentino Bertossi, verrà alimentato in maniera paritaria dalle aziende aderenti a Confcommercio e dai rispettivi dipendenti, attraverso la devoluzione volontaria, tramite apposita delega scritta, di un’ora di retribuzione dei mesi di dicembre 2018 o gennaio 2019. Ciascuna azienda, oltre a quanto trattenuto sulle buste paga, è impegnata a conferire una quota pari almeno al totale delle ore donate dai propri dipendenti.

I COMMENTI - L’intesa, immediatamente operativa, definisce anche le linee generali che guideranno l’utilizzo del fondo, le cui risorse verranno destinate a finalità e necessità da verificare con i sindaci dei comuni colpiti, tutti quelli che saranno compresi nella dichiarazione di calamità naturale. «Un’iniziativa di rilievo non solo simbolico – commenta il presidente Da Pozzo – che impegna imprenditori e lavoratori a farsi carico di un importante contributo di solidarietà verso colleghi messi in difficoltà da un evento imprevedibile». «Contiamo che anche in questa occasione, come è già avvenuto in passato – aggiungono i sindacati –, il mondo del lavoro friulano saprà dare prova di generosità e di concreta solidarietà, di fronte agli effetti di una calamità che non danneggia soltanto i territori e le comunità direttamente colpite dal maltempo, ma tutto il territorio regionale».