24 gennaio 2019
Aggiornato 14:30
MANIAGO

Chiama il Soccorso Alpino ma rifiuta di salire sull'elicottero

A chiedere aiuto una donna di Maniago, R. R. del 1954, che si è trovata in difficoltà circa duecento metri sotto la cima del Monte Jouf, nelle Prealpi Carniche
Chiama il Soccorso Alpino ma rifiuta di salire sull'elicottero
Chiama il Soccorso Alpino ma rifiuta di salire sull'elicottero

MANIAGO - La stazione di Maniago del Soccorso Alpino e speleologico è stata allertata per una richiesta di intervento intorno alle 14 di mercoledì 26 dicembre. A chiedere aiuto una donna di Maniago, R. R. del 1954, che si è trovata in difficoltà circa duecento metri sotto la cima del Monte Jouf, nelle Prealpi Carniche, montagna ubicata sopra Maniago.

La donna, che si trovava soltanto in compagnia del proprio cane, rientrando dalla cima ha preso una traccia di sentiero sbagliato e si è ritrovata presto in difficoltà sopra dei salti di roccia. Al telefono le è stato suggerito di rimanere ferma nella sua posizione - la donna ha riferito di sentirsi molto stanca - e si è deciso di inviare l'elicottero per individuarla, considerata anche l'ora prossima al calar del sole: senza una posizione precisa di riferimento (la donna non riusciva ad attivare sms locator perché senza occhiali),  le squadre di terra avrebbero rischiato di incorrere nel buio.

Una volta sbarcato il tecnico di elisoccorso però, che l'ha raggiunta e rassicurata, la donna ha rifiutato di salire sul velivolo, dicendo di aver ritrovato le forze di risalire a piedi e scendere per il sentiero giusto autonomamente.