20 ottobre 2019
Aggiornato 14:30
Calcio

L'Udinese ospita il Parma con l'obiettivo dei 3 punti

Mister Nicola dovrà far fronte a una serie di assenze tra squalificati e infortunati. Okaka sarà impiegato a partita in corso

UDINE - «Abbiamo qualche defezione in più rispetto al previsto, ma non è una cosa che posso controllare. Mi sono concentrato su alcuni esperimenti, abbiamo potuto lavorare in questi 14 giorni su diverse soluzioni di gioco». Lo ha detto il tecnico dell'Udinese Davide Nicola che per la gara di sabato con il Parma (fischio d'inizio alle 18) dovrà fare i conti con una lunga lista di indisponibili tra squalificati, Pussetto e Mandragora, e infortunati, Teodorczyk, Barak, Badu e Samir.

«Okaka? Credo molto in lui. E' un giocatore con caratteristiche diverse da quelle che avevamo, saranno utili quando sarà in forma. Abbiamo bisogno e necessità di integrarlo subito - ha aggiunto -. Sabato può subentrare o partire dall'inizio. Tolto Teodorczyk che spero di avere tra un mesetto e Pussetto squalificato, gli altri davanti sono lui, Lasagna, Machis e De Paul se vogliamo considerarlo davanti».

Sul tipo di partita che si attende, Nicola ha aggiunto: «Sicuramente parliamo di una squadra, il Parma,  che ha al suo attivo un gruppo armonioso con giocatori che avevano il desiderio di mostrarsi competitivi, all’inizio sono stati una sorpresa ma in realtà è una squadra molto pratica e che fa delle ripartenze un’arma letale. Noi grazie alla pausa abbiamo potuto lavorare 14 giorni per prepararla. Dovremo essere abili a mettere in prartica quanto studiato in queste settimane cercando anche di sfruttare i momenti giusti per giocare con efficacia producendo un bel calcio».