20 ottobre 2019
Aggiornato 14:00
Udine

Scendono in strada e trovano l'auto gravemente danneggiata: si cercano testimoni

E' successo una settimana fa in via Cernaia. L'appello di aiuto postato su Facebook
Scendono in strada e trovano l'auto gravemente danneggiata: si cercano testimoni
Scendono in strada e trovano l'auto gravemente danneggiata: si cercano testimoni

UDINE - Ancora un episodio di inciviltà per le strade di Udine. Un'auto lasciata in un posto auto di via Cernaia è stata gravemente danneggiata, ovviamente senza che il colpevole lasciasse un biglietto o un'indicazione per spiegare l'accaduto. Per questo chi ha subito questo brutto episodio ha scelto la cassa di risonanza data dai social network per chiedere aiuto, sperando di poter trovare qualche testimone. 

Danni ingenti all'auto

Ecco l'appello postato sul gruppo Facebook «Sei di Udine se...» da Cristel Soncin: «Esattamente una settimana fa, tra le 22 di giovedì 10/01 e le 8 di venerdì 11/01, hanno gravemente danneggiato l'auto del mio compagno, posta in un parcheggio situato in via Cernaia, 4. Alle 8, dovendo andare al lavoro, ci siamo recati verso la nostra macchina, facendo la terribile scoperta. L'auto in questione è un'Alfa Romeo Giulietta. L'abbiamo ritrovata spostata un metro e mezzo abbondante in avanti rispetto al parcheggio originario, con la ruota posteriore sinistra spezzata con conseguente rottura dell'asse, minigonna per terra, portiere danneggiate, specchietto e parafanghi rotti. I danni sono veramente ingenti. Abbiamo dovuto chiamare il carroattrezzi, sempre a nostre spese, perché l'auto a causa della rottura dell'asse non era in grado di circolare. Chi è andato a sbattere contro la nostra auto, è scappato, senza lasciare la minima traccia di sé. Sull'asfalto non si è trovato alcun pezzo rotto o indizi che potessero ricondurci al colpevole. Purtroppo nella via non ci sono telecamere e non abbiamo trovato testimoni»

La rabbia riversata su Facebook

«La rabbia è veramente tanta! - continua nel suo sfogo Soncin -. Non è giusto che siamo a noi a pagare per un'incidente effettuato da uno scellerato!! Nel frattempo abbiamo scoperto che, nella stessa via, pochi metri più avanti, alla fine di novembre è successo un caso simile. Da lì la rabbia è aumentata ancora di più!!! Ci chiediamo veramente come sia possibile!!!».