22 settembre 2019
Aggiornato 08:30
Il caso di Resia

Minigonne in chiesa, per il vescovo di Udine c'è stato uno «sciacallaggio mediatico»

Monsignor Mazzocato ha attaccato la trasmissione 'Le Iene': «Il loro nome dice già tutto. Mi pare ci sia una forma un po' selvaggia di divorare le notizie»
Minigonne in chiesa, per il vescovo di Udine c'è stato uno «sciacallaggio mediatico»
Minigonne in chiesa, per il vescovo di Udine c'è stato uno «sciacallaggio mediatico»

UDINE - «Una cosa che avrebbe potuto creare discussione, forse, in Val Resia, è diventata in tempi velocissimi una notizia nazionale. Non è proprio un bene. Mi pare ci sia una forma un po' selvaggia di divorare le notizie». E' il parere dell'arcivescovo di Udine, mons.Andrea Bruno Mazzocato, sul clamore mediatico suscitato dalla critica contro le minigonne in Chiesa del parroco di Resia.

La critica a «Le Iene»

Rispondendo alle domande dei cronisti al termine della Messa per il santo patrono dei giornalisti San Francesco di Sales, monsignor Mazzoccato ha insistito: «Oggi si cerca la notizia pruriginosa o costruita come tale, fin da scomodarsi le Iene, il cui nome dice tutto, ma dice anche un certo modo di cercare le notizie da iene, scusate la schiettezza».

«Senza internet nessuno se ne sarebbe accorto»

Insomma, «non c'è l'obiettivo di discutere su una cosa per vedere punti di vista diversi, ma diventa una specie di sciacallaggio di fatto». Monsignor Mazzoccato ha detto di essere rimasto colpito dal fatto che questo avvenuto «nel tempo in cui siamo», senza «internet nessuno se ne sarebbe accorto».