17 settembre 2019
Aggiornato 05:00
La novità

Trasporti: i treni Italo in arrivo a Udine e a Pordenone

Ad annunciarlo sono i pendolari del Fvg: lo sbarco in regione è previsto per il mese di giugno
Trasporti: i treni Italo in arrivo a Udine e a Pordenone
Trasporti: i treni Italo in arrivo a Udine e a Pordenone

UDINE - Buone notizie per i viaggiatori del Friuli Venezia Giulia. Da giugno infatti, partiranno i collegamenti diretti da Udine e Pordenone di Italo, i treni del gruppo Nuovo Trasporto Viaggiatori (Ntv) che rappresentano i concorrenti diretti dell’Alta Velocità di Trenitalia. A darne notizia è il Comitato pendolari dell’Alto Friuli che riprende una news pubblicata dal blog ferroviario Ferrovie.Info.

La sfida dell'alta velocità

«Entro un paio di settimane contiamo di mettere in vendita i biglietti on line: per metà marzo il collegamento diretto con Roma sarà sui binari» spiegano da Italo Ntv. Per i pendolari, lo sbarco di Italo in Fvg è una novità assolutamente positiva: «Riteniamo molto interessante che il mercato dei servizi ferroviari a lunga percorrenza si espanda al Fvg e soprattutto che l'offerta venga caratterizzata da una vera concorrenza tra vettori. Anche perché oggi, il servizio Freccia di Trenitalia è garantito grazie al finanziamento di 3 milioni annui della Regione». Un finanziamento che lo sbarco di Italo potrebbe rimettere in discussione.

Non si conoscono ancora i prezzi

Nulla si conosce ancora in ordine alle nuove tracce orarie dei servizi Italo. Oggi l’offerta Freccia è limitata a due collegamenti, rispettivamente la FR9468 con partenza da Udine alle ore 6.55 e la FR9739 con partenza alle ore 13, con cambio a Mestre alle ore 14.37 con la FA9435. Da Roma invece oggi ci sono due corse che servono il Friuli: la FA9400 delle ore 5.35 con cambio a Mestre alle ore 9.32 con la FR9704 e la FR9440 diretta delle ore 16.50.
«Interessante sarà anche capire quali saranno le tariffe e i tempi di percorrenza di Italo: oggi viaggiare da Udine a Roma con Trenitalia costa minimo 63 euro e ci si impiega 5 ore e 10 minuti», aggiungono i pendolari.