20 febbraio 2019
Aggiornato 11:00
Serie A2

Simpson e Cortese non bastano: la Gsa perde anche a Montegranaro

Non è stato battezzato da un successo l'esordio in panchina di coach Martelossi. Mercoledì a Udine arriva la Fortitudo
Simpson e Cortese non bastano: la Gsa perde anche a Montegranaro
Simpson e Cortese non bastano: la Gsa perde anche a Montegranaro

UDINE - Esce sconfitta per 76 a 68 la Gsa Udine dal match esterno con l'XL Extralight Montegranaro. Non è quindi stato battezzato da un successo l'esordio in panchina di coach Martelossi, subentrato in settimana a Cavina, anche se qualche notizia buona arriva dalla trasferta marchigiana. Concedere uno straniero a una ottima formazione come quella allenata dall'ex Pancotto non è cosa di poco conto, e infatti, in un match combattuto e a lungo equilibrato, la differenza l'han fatta proprio gli stranieri dei padroni di casa, in particolare con un Corbett, che si è dimostrato ancora una volta superlativo (per lui 24 punti, 7 rimbalzi ed 8 falli subiti).

Il match è stato in equilibrio per tutti i primi tre quarti, con Udine che più di una volta si è trovata in vantaggio, ma mai oltre i 3 punti di distacco. I bianconeri trovano linfa vitale soprattutto da un Cortese (15 punti già nei primi 20') che pare rinvigorito dall'avere ritrovato sulla propria panchina Martelossi che lo aveva avuto a Ferrara. E se all'inizio stenta con cattive letture e percentuali di tiro, Simpson successivamente si accende e rappresenta anch'esso una spina nel fianco della difesa della squadra marchigiana che ha pochissimo dal veterano Amoroso. Peccato, però, che tra i friulani, a parte qualche iniziativa di Mortellaro e due bombe iniziali di Genovese (che forse meritava qualche minuto in più sul parquet), latitano un po' tutti gli altri: da un Pellegrino cui sembra mancare personalità ed atletismo, al terzetto di «piccoli» Penna, Spanghero e Pinton che mettono insieme la miseria di 6 punti segnati e non riescono a dare molto brio alla manovra friulana.

In apertura degli ultimi 10' di gioco, la XL Extralight, con le seconde linee Traini (un altro ex) e Mastellari, realizza il break decisivo di 7 a 0 che porta i padroni di casa a +10 (58-48). Alla Gsa, a parte un sontuoso Simpson, rimane poco da opporre, mentre Montegranaro trova punti nel finale anche da Amoroso che sigla il +15 (73-68), prima che Simpson, con alcuni canestri di classe, riporti lo svantaggio udinese ad una dimensione più corretta per quello che si è visto sul parquet marchigiano.
Per i bianconeri ora ci sarà poca possibilità per rilassarsi perché mercoledì al Carnera arriva la capolista Fortitudo.

XL Extralight Montegranaro - G.S.A. Udine 76-68 (17-17, 31-33, 51-48)
XL Extralight Montegranaro: Lamarshall Corbett 24 (6/11, 2/7), Jeremy Simmons 15 (7/10, 0/0), Valerio Amoroso 10 (3/4, 1/5), Martino Mastellari 9 (3/5, 1/3), Andrea Traini 7 (2/2, 0/2), Danilo Petrovic 7 (2/2, 0/0), Matteo Palermo 4 (0/2, 0/1), Filippo Testa 0 (0/0, 0/0), Matteo Negri 0 (0/4, 0/0), Kaspar Treier n.e.. All. Pancotto.
G.S.A. Udine: Trevis Simpson 23 (8/11, 1/4), Riccardo Cortese 21 (5/5, 2/11), Chris Mortellaro 7 (3/6, 0/0), Salvatore Genovese 6 (0/1, 2/5), Lorenzo Penna 3 (0/0, 1/2), Marco Spanghero 3 (0/1, 1/2), Stefan Nikolic 3 (1/3, 0/1), Francesco Pellegrino 2 (1/3, 0/0), Mauro Pinton 0 (0/2, 0/3), Pietro Di giovanni n.e.. All. Martelossi.