15 ottobre 2019
Aggiornato 04:00
Fvg

Morte di Zamberletti: delegazione ai funerali e bandiere a mezz'asta

Lo stabilisce un decreto urgente che porta la firma dello stesso presidente Massimiliano Fedriga
Morte di Zamberletti: delegazione ai funerali e bandiere a mezz'asta
Morte di Zamberletti: delegazione ai funerali e bandiere a mezz'asta Regione Friuli Venezia Giulia

UDINE - L'Amministrazione regionale del Friuli Venezia Giulia partecipa al lutto per la scomparsa dell'onorevole Giuseppe Zamberletti, già commissario straordinario per il terremoto del Friuli e ministro della Protezione civile. In occasione dei funerali di Stato, in programma martedì mattina a Varese e a cui sarà presente una folta delegazione regionale, guidata dal governatore Fedriga e dal vice Riccardi, per l'intera giornata di martedì 29 gennaio sarà esposta la bandiera a mezz'asta su tutti gli edifici sedi di uffici della Regione. Contestualmente la cittadinanza, le istituzioni pubbliche, le organizzazioni sociali, culturali, produttive e i titolari di attività private di ogni genere sono invitati a manifestare il proprio cordoglio mediante l'osservanza di un minuto di raccoglimento, in concomitanza con l'inizio dei funerali alle ore 10.30. Lo stabilisce un decreto urgente che porta la firma dello stesso presidente Massimiliano Fedriga.

Nel provvedimento si mette in luce la figura di Zamberletti, definita carismatica, che ha consentito, unitamente alle istituzioni statali, regionali, locali e alle popolazioni coinvolte, di provvedere ad una solerte, efficace ed incisiva salvaguardia delle persone e dei territori colpiti dai gravi eventi sismici del 1976 e ad una celere ricostruzione. Il decreto mette inoltre in risalto l'esperienza vissuta dai territori e dalle popolazioni in quelle tragiche circostanze, che ha consolidato un reciproco sentimento di stima e di amicizia, sempre confermato anche dalle innumerevoli visite dell'onorevole Zamberletti nei luoghi dei tragici eventi. Da qui la decisione di prendere parte al lutto e alle esequie, ritenendo - così ancora nel decreto - di interpretare e fare proprio il sentimento comune di tutta la popolazione del Friuli Venezia Giulia di dolorosa partecipazione per la perdita di Giuseppe Zamberletti.

«Un doveroso atto di riconoscenza dell'intera comunità regionale - commenta il governatore - nei confronti di una persona che, con la sua tenacia e il suo carico umanità, ha saputo restituire a nuova vita un Friuli lacerato dalla tragedia del 6 maggio».