20 giugno 2019
Aggiornato 16:00
La visita

Raccolta differenziata: Fontanini e la giunta studiano il «modello Treviso»

Una delegazione da Udine si è recata nel territorio veneto per incontrare il sindaco e parlare della gestione dei rifiuti
Raccolta differenziata: Fontanini e la giunta studiano il 'modello Treviso'
Raccolta differenziata: Fontanini e la giunta studiano il 'modello Treviso' Ufficio Stampa

UDINE - Lunedì pomeriggio il sindaco di Udine Pietro Fontanini, a capo di una delegazione formata dagli assessori Francesca Laudicina, Silvana Olivotto e Alessandro Ciani e dai consiglieri Marcello Mazza e Giovanni Govetto, è stato ospite a Treviso del sindaco Mario Conte. Oggetto dell’incontro, la raccolta differenziata porta a porta, già attiva con buoni risultati nella città veneta e che anche l’amministrazione di Udine vorrebbe adottare. 

I vantaggi per i cittadini 

«Il sindaco Conte, i suoi assessori e un funzionario della Contarina SpA, la società che si occupa dello smaltimento dei rifiuti a Treviso, ci hanno illustrato gli indubbi vantaggi, in termini di efficienza e di risparmio per i cittadini, del metodo della differenziata spinta ma anche gli aspetti ancora da perfezionare», ha dichiarato il sindaco Fontanini.

Gli obiettivi di Fontanini 

«Ogni progetto - ha aggiunto il primo cittadino - deve essere rodato e adattato alla realtà alla quale lo si vuole applicare. Treviso è una realtà simile, per molti aspetti, a partire dalla dimensione, a quella udinese ma ora è necessario capire, assieme ai responsabili della Net, quale sia il modo migliore per avviare il progetto nella nostra città, tenendo sempre presente l’obiettivo vero, che è quello di offrire al cittadino, a fronte di una maggiore attenzione alle proprie abitudini, non solo un servizio più efficiente ma anche un risparmio concreto», ha concluso Fontanini.