18 ottobre 2019
Aggiornato 06:30
Dodici speaker

Torna TEDxUdine: le grandi idee a confronto

Il 9 marzo sul palco del teatro San Giorgio si parlerà dell’evoluzione del pensiero
L'organizzatrice Eva De Marco
L'organizzatrice Eva De Marco Ufficio Stampa

UDINE - Torna la 'X' delle grandi idee in città. Manca poco più di un mese alla seconda edizione del TEDxUdine, che quest’anno ha scelto di focalizzare l’attenzione sull’evoluzione del pensiero e sul ruolo dell’uomo nel rapporto sempre più simbiotico con tecnologia e intelligenza artificiale. Il tema scelto per l’evento, in programma il 9 marzo al teatro san Giorgio, è, infatti,'Think Hack', hackera il pensiero.

Ecco chi saranno gli speaker

Sul palco si alterneranno una dozzina di speaker, di nazionalità e professionalità differenti, che si confronteranno fornendo il loro punto di vista con contributi diversi in base all’area di appartenenza (sciencesocial human).Ecco chi sono: Alan Mattiassi, friulano impegnato in un progetto co-finanziato dalla Comunità Europea legato al gioco, affronterà il tema della psicologia del gioco e di come la mente lo approccia; Luca Bolognini, massimo esperto europeo di privacy, si soffermerà su come salvare l’umano; Michela Milano, vicepresidente dell’European Association of Artificial Intelligence, sull’impiego dell’intelligenza artificiale per lo sviluppo sostenibile. Massimiliano Fanni Cannelles, medico a Cividale, parlerà di 'Flow, leggerezza e cooperazione'; lo speach di Luisa Camatta, consulente d’immagine, docente e sarta sarà una riflessione su come si può hackerare il pensiero; Barbara Henry, ordinaria di Filosofia politica alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, si chiede cosa resterà dell’umano nell’età cibernetica; Antonella Riem, direttrice del Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società dell’università di Udine, si concentrerà sul tema della partnership con l’umano. Ancora, Massimo Bustreo, educatore, formatore, consulente in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni e coach professionista argomenterà su chi inganna la nostra mente; mentre Riccardo Manzotti, professore di filosofia teoretica alla Iulm di Milano, incanterà il pubblico sul mistero della nostra esperienza. Infine, Marco Ubiali, laurea in Filosofia e master in Sviluppo Umano e ambiente, si soffermerà sul pensiero emotivo e Alessia Correani, esperta in big data e intelligenza artificiale e consulente strategico in Microsoft Italia, analizzerà l’intelligenza artificiale nel ruolo di strumento e mentore.

Una grande opportunità per Udine 

Il TEDxUdine è la versione in ambito locale del TED (Tecnology, Entertainment, Design), gestito da un’organizzazione no-profit nata in California nel 1984 che cura eventi con l’obiettivo di far incontrare le menti e le idee più innovative. Ogni speaker ha al massimo 15 minuti a disposizione per il proprio talk. Udine, dopo la prima edizione nel marzo 2107, torna dunque a farsi portavoce di pensieri innovativi il 9 marzo, dalle 9.30 alle 18 circa. A gestire l’evento è l’associazione culturale 'UDINExDET APS', presieduta da Eva De Marco, ingegnere ideatrice dell’app 'Orto in Tasca' e già speaker al TEDx di Assisi nel 2015, e supportata da un nutrito gruppo di volontari.
«Per Udine è un’altra importante occasione – sottolinea De Marco – per ascoltare contenuti di qualità e su argomenti che non riguardano soltanto il presente, ma il nostro futuro, in un momento in cui la tecnologia si sta evolvendo portandoci a un uso sempre minore del nostro corpo per alleggerire la vita quotidiana». Di fronte a questi scenari quale sarà il ruolo dell’uomo? Quale il ruolo del robot? L'evento al teatro San Giorgio proverà a fornire una risposta. Il TEDxUdine sarà riservato soltanto a un centinaio di persone paganti e sarà comunque trasmesso in diretta streaming e diffuso su tutti i canali social. Oltre a Quin srl, partner principale, l’iniziativa, patrocinata da Confcommercio e Confartigianato, è appoggiata da Messaggero Veneto, Goccia di Carnia, Overland Tandberg, Ikon e Banca Mediolanum.