21 febbraio 2019
Aggiornato 01:00
La transizione

Ritardo nella consegna dei treni: la Regione risparmia 3,6 milioni

Trovato l'accordo con la società che ha prodotto i convogli: effettuato uno sconto per lo slittamento della consegna
Ritardo nella consegna dei treni: la Regione risparmia 3,6 milioni
Ritardo nella consegna dei treni: la Regione risparmia 3,6 milioni Ufficio Stampa

UDINE - «Per i ritardi accumulati antecedentemente alla consegna degli elettrotreni modulari Etr 563, la Regione otterrà un risparmio di 3.608.000 euro». Lo ha confermato l'assessore regionale a Infrastrutture e trasporti, Graziano Pizzimenti, a margine della sottoscrizione dell'atto transattivo relativo alle penali applicate alla società Caf-Construcciones y auxiliar de ferrocarriles e dell'incontro avuto con Julien Barrutia, direttore commerciale della società per l'Europa.

L'importo della transazione, già approvata dalla Giunta regionale, è stato definito in base alle motivazioni che hanno portato al ritardo della messa in esercizio degli elettrotreni acquistati dalla Regione per il servizio di trasporto pubblico locale, legate sostanzialmente alla fase di omologazione dei convogli, tenuto conto anche dei risultati positivi raggiunti dal servizio ferroviario regionale grazie entrata in servizio dei nuovi elettrotreni. Pizzimenti ha evidenziato che «l'operazione consentirà alla Regione di trattenere la penale, pari all'80% del totale, che sarà applicata sugli importi già dovuti per la scorta tecnica. Verranno messi a disposizione del bilancio regionale oltre 3,6 milioni di euro, che potranno in questo modo essere investiti per ulteriori acquisti o altre finalità».

La procedura di acquisto degli elettrotreni è stata decisa a giugno 2009, con l'avvio delle procedure per l'affidamento della fornitura per un importo complessivo a base d'asta di 53.650.000 euro (Iva esclusa). Il bando è stato pubblicato il 30 giugno dello stesso anno e l'aggiudicazione provvisoria alla ditta spagnola Caf è avvenuta alla fine di dicembre 2009. All'aggiudicazione provvisoria sono seguiti dei contenziosi superati a marzo del 2011 con la stipula della convenzione per l'affidamento per un importo di 45.600.000 euro compreso il servizio di manutenzione e la data ultima per la consegna era fissata al 18 dicembre 2012, mentre i primi treni sono entrati in servizio a giugno del 2015.