23 febbraio 2019
Aggiornato 00:30
Udine

Meloni (Pd): «Invalidi senza contributo Fap, Fondo Autonomia Possibile»

La consigliera dem punta il dito contro la ragioneria del Comune: «Di fatto così facendo si lasciano privi di un sostegno proprio quegli udinesi più in difficoltà»
Meloni (Pd): «Invalidi senza contributo Fap, Fondo Autonomia Possibile»
Meloni (Pd): «Invalidi senza contributo Fap, Fondo Autonomia Possibile» Adobe Stock

UDINE«Sono diverse settimane che alcune persone invalide di Udine si rivolgono ai servizi sociali della città per lamentare la mancata erogazione del Fap (Fondo Autonomia Possibile) per il bimestre gennaio-febbraio, che di norma avveniva ai primi di gennaio». Commenta così la consigliera Comunale Pd Eleonora Meloni, in relazione al ritardo nei pagamenti da parte della ragioneria del Comune di Udine degli assegni Fap.

«Purtroppo i servizi sociali - prosegue la consigliera Meloni - possono solo raccogliere le lamentele e sperare che la ragioneria del Comune di Udine provveda in tempi rapidi al saldo di questo contributo. Di fatto così facendo si lasciano privi di un sostegno proprio quegli udinesi più in difficoltà, la categoria più fragile di persone che si trovano costrette a concludere contratti di collaborazione con badanti o colf a causa di questi ingiustificati ritardi nei pagamentiSenza parlare della mortificazione personale nel dover chiamare e sollecitare gli uffici per il pagamento del contributo».

«Speriamo - conclude Meloni - che questo appello sortisca l'effetto desiderato: acceleri l'erogazione del Fap, ma soprattutto che ricordi a Fontanini e alla sua giunta che non ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B».