6 dicembre 2019
Aggiornato 10:00
L'iniziativa

Bonus assunzioni: dalla Regione 5,6 milioni alle imprese che creano occupazione

Al via gli incontri per illustrare incentivi per assunzioni. L'assessore Rosolen: «L'entitą dei contributi č praticamente raddoppiata rispetto allo scorso anno»
Bonus assunzioni: dalla Regione 5,6 milioni alle imprese che creano occupazione
Bonus assunzioni: dalla Regione 5,6 milioni alle imprese che creano occupazione Regione Friuli Venezia Giulia

UDINE - «La Regione sostiene la qualità e la solidità del lavoro mettendo a disposizione delle imprese oltre 5,6 milioni di euro di contributi per le assunzioni, articolati attraverso quattro assi d'azione». L'assessore a Lavoro, formazione e famiglia, Alessia Rosolen, ha aperto così il primo incontro del ciclo 'Speciale Lavoro', l'iniziativa della Regione che presenta agli imprenditori le nuove misure volte a rafforzare la stabilità e la qualità del lavoro, ma anche le opportunità a disposizione delle aziende in materia di formazione.

Rosolen ha spiegato che «l'azione avviata dalla Regione parte dalla concessione di incentivi per la stabilizzazione dei lavoratori di qualunque età, alla quale segue la valorizzazione dell'attività dei centri per l'impiego con aumento dell'importo in caso di assunzione di soggetti provenienti dalla preselezione effettuata da queste strutture. A queste iniziative si aggiungono quella dedicata alla conciliazione del ruolo di mamma e di lavoratrice, che prevede un aumento dell'incentivo in caso di assunzione a tempo pieno e indeterminato di mamme con figli fino a 5 anni, che cresce ulteriormente in presenza di welfare aziendale, flessibilità dell'orario o banca delle ore e nido aziendale o convenzionato. Infine, la Regione ha attivato misure complementari al Decreto dignità, che si traducono in un aumento dell'incentivo in caso di stabilizzazione di lavoratori che hanno prestato servizio da 24 mesi nella stessa azienda». L'assessore ha quindi sottolineato che «l'entità dei contributi è praticamente raddoppiata rispetto allo scorso anno. Per le assunzioni a tempo determinato si è infatti passati da un massimo di 2.000 euro erogabili alla cifra di 5.000 euro, mentre per i contratti a tempo indeterminato il tetto massimo è salito dai 7.500 euro del 2018 ai 13.000 euro del 2019, che possono diventare 19.000 euro per chi assume mamme con figli piccoli. Analogamente, il 'bonus' per le stabilizzazioni cresce da 4.500 euro a 10.000 euro. Un segno tangibile dell'attenzione posta dalla Giunta ad un tema importante come quello dell'occupazione».

I prossimi incontri sono previsti per martedì 19 febbraio a Pordenone alle 15 nella sala del Consiglio dell'ex Provincia in largo San Giorgio e per mercoledì 20 febbraio a Gorizia alle 15 nella sala del Consiglio dell'ex Provincia in corso Italia. Gli ultimi due appuntamenti si terranno invece a Udine mercoledì 27 febbraio, alle 15, nel Salone del Consiglio di Palazzo Belgrado in piazza Patriarcato e a Tolmezzo giovedì 29 febbraio, alla medesima ora, nella sala conferenze dell'Uti della Carnia, in via Carnia Libera. A tutti gli incontri interverranno Gianni Fratte, responsabile della struttura 'Servizi alle imprese' della Regione, che illustrerà le misure e i servizi per il lavoro, e Alessandra Miani, responsabile della struttura 'Interventi di politica attiva del lavoro', la quale parlerà del nuovo regolamento sugli incentivi regionali alle assunzioni entrato in vigore a gennaio di quest'anno.