20 aprile 2019
Aggiornato 19:00
Udine

Vandali in azione al monumento 'Martiri delle Foibe'

Ignoti hanno rigato la targa metallica, gettando a terra la corona di alloro e sradicando i fiori. Lo sdegno di casaPound e FdI
Vandali in azione al monumento 'Martiri delle Foibe'
Vandali in azione al monumento 'Martiri delle Foibe'

UDINE – Vandali in azione, nella notte tra sabato e domenica, al parco 'Martiri delle Foibe' di Udine. Ignoti si sono accaniti contro il monumento, rigando la targa metallica dedicata agli infoibati e gettando a terra la corona posizionata nel corso delle celebrazioni del Giorno dei Ricordo. Le decorazioni floreali, infine, sono state sradicate.

Un fatto, per ora compiuto da mani ignote, che ha provocato lo sdegno della politica. «Quanto accaduto la notte scorsa al parco 'Martiri delle Foibe' è un grave oltraggio alla memoria di tutti i martiri delle foibe – commenta il capogruppo di Fratelli d’italia Luca Onorio Vidoni –. È un atto gravissimo che mi lascia senza parole, offensivo nei confronti di tutti i caduti dell’intera tragedia delle Foibe e nei confronti di tutti gli esuli istriani, fiumani e dalmati. Mi auguro che sia chiarita al più presto la dinamica dei fatti e che siano individuati quanto prima i responsabili di tale gesto vandalico».

Dura anche la presa di posizione di Alessandro Strizzolo, responsabile provinciale di CasaPound Italia Udine: «Un gesto dal danno morale inestimabile, uno sfregio alla memoria degli Italiani che patirono le sofferenze dell’esodo e delle foibe. Ci aspettiamo che la giunta e il sindaco Fontanini attuino una dura presa di posizione condannando fortemente il gesto, trovando i responsabili, un gesto compiuto da chi evidentemente ritiene che il dolore provato dagli Italiani non sia degno di rispetto».