26 aprile 2019
Aggiornato 02:30
Centrosinistra

Shaurli lancia le primarie del Partito Democratico: «Uno straordinario momento di democrazia»

Al termine delle votazioni la costruzione di una valida alternativa che manca da troppo tempo
Udine, Shaurli: «Uno straordinario momento di democrazia»
Udine, Shaurli: «Uno straordinario momento di democrazia» Diario di Udine

UDINE«È uno straordinario momento di democrazia che nessuno è riuscito a eguagliare e di cui siamo orgogliosi. E' anche il momento per chiamare tutti alla costruzione di un'alternativa alle amministrative e soprattutto alle elezioni europee». Così il segretario del Pd Fvg Cristiano Shaurli oggi a Udine, presentando le primarie del Partito democratico per l'elezione del segretario nazionale in una conferenza stampa con il vicesegretario regionale Paolo Coppola e la presidente della commissione per il congresso Maria Grazia Santoro.

Una imponente macchina organizzativa

«Grazie a centinaia di volontari mobilitati in tutto il Friuli venezia giulia - ha spiegato Santoro - domenica 3 marzo saranno aperti 139 seggi dalle otto del mattino alle otto di sera. Una straordinaria prova di vitalità per un partito che ha tanta voglia di riscossa. Possono votare tutti i cittadini senza esclusioni, purché si riconoscano nei nostri principi, presentandosi con un documento d'identità e il certificato elettorale. Il seggio si può individuare con facilità sul sito www.pdprimarie2019.it». «Invitiamo al voto tutti - ha sottolineato Shaurli - in particolare le persone che negli ultimi anni si sono sentite sfiduciate verso il centrosinistra»

A chi è rivolta la votazione?

«Le primarie sono aperte a tutte quelle persone che hanno a cuore le sorti del Paese, che sono sempre più preoccupate dalla deriva culturale e nazionalista dell’Italia e che vogliono contribuire a costruire un alternativa al governo gialloverde. Ai seggi si potrà firmare anche la Carta di Aquileia, il documento europeista elaborato dai cittadini, perché su questi valori il Pd e’ disponibile a collaborare e confrontarsi con tutti». Sottolineando che: «Il Pd è l’unico grande partito che fa scegliere veramente ai propri elettori, iscritti e cittadini, il segretario e la linea politica del nostro partito». Shaurli ha auspicato che, «Come sempre, ci siano migliaia di persone che usciranno di casa la domenica per partecipare ad un momento di vera democrazia».

Un nuovo percorso

Al termine di un congresso che «E' stato fin troppo lungo - ha affermato Shaurli - avremo un segretario come punto di riferimento». Auspicando che, «Sia una persona in grado di rappresentare e costruire un'alternativa anche più larga del Pd, e che permetta alla nostra comunità, ancora viva e vitale, di rafforzare quell’orgoglio e quella passione politica necessaria per fermare la destra estrema ed i nazionalisti che preoccupano in Europa e nel nostro Paese». «Chi vuole lanciare il messaggio che il Pd è una comunità viva e che ha voglia di capire gli errori e di ripartire - ha aggiunto Coppola - domenica vada a votare».