19 aprile 2019
Aggiornato 15:00
Campoformido

Ennesima truffa on line: 23 persone «fregate» per un totale di 10 mila euro

Un 48enne vendeva strumenti e oggetti musicali senza mai consegnarli. Anzi metteva di mezzo le Poste Italiane chiedendo a loro risarcimenti. Intervento dei carabinieri
Ennesima truffa on line: 23 persone 'fregate' per un totale di 10 mila euro
Ennesima truffa on line: 23 persone 'fregate' per un totale di 10 mila euro Adobe Stock

CAMPOFORMIDO - Un 48enne dell’hinterland udinese è finito nei guai dopo aver truffato 23 persone. Metteva in vendita on line strumenti musicali oltre a oggetti legati alla musica, facendosi accreditare somme anche ingenti. E quando i clienti protestavano per non aver ricevuto nulla, l’uomo accusata Poste Italiane, avviando le procedure per il rimborso a causa del mancato recapito della merce. Per essere più convincente, allegava una falsa denuncia con l’intestazione del comando dei carabinieri di Campoformido. E non a caso, in alcuni casi, i rimborsi li ha pure ricevuti. 

Danno da 10.000 euro

Della vicenda si sono interessati i carabinieri della stazione di Campoformido, che al termine delle indagini hanno rintracciato il 48enne, denunciandolo per falsità materiale commessa dal privato, sostituzione di persona e truffa. I militari dell’Arma hanno eseguito una perquisizione domiciliare sequestrando documentazione cartacea, materiale informatico, bancomat e carte di credito, comprovanti la condotta posta in essere dal soggetto. Il danno patrimoniale accertato di aggira intorno ai 10.000 euro.