18 giugno 2019
Aggiornato 05:30
Udine

Vandali di nuovo in azione al parco Martiri delle Foibe

Divelto il cartello e imbrattato un muro con la scritta «Né vittime né martiri solo fascisti e spie»
Vandali di nuovo in azione al parco Martiri delle Foibe
Vandali di nuovo in azione al parco Martiri delle Foibe

UDINE - Non c’è pace per l’area intitolata ai Martiri delle Foibe, a Udine. A distanza di qualche giorno dall’ultimo episodio, i vandali sono entrati nuovamente in azione. Questa volta a finire nel mirino non è stato il monumento, ma il cartello con il nome dell’area verde. Non solo, su un muro che dà sul parco è apparsa la scritta ‘Né vittime né martiri solo fascisti e spie’. A portare alla luce l’episodio, ancora una volta, è stata la pagina Facebook di CasaPound Udine.

CasaPound: tristezza e rabbia

«Non ci sono parole per esprimere la tristezza e la rabbia nel vedere tale accanimento nei confronti delle persone che subirono l'immane tragedia delle foibe e dell'esodo - afferma Alessandro Strizzolo, responsabile provinciale per CasaPound Italia Udine - a quanto pare quanto avvenuto la settimana scorsa non è bastato, le infamie continuano, un comportamento gravissimo, inaccettabile. I responsabili devono essere trovati, non è possibile accettare che questi atti rimangano impuniti. Le istituzioni intervengano immediatamente, vigileremo se saranno zelanti quanto nel rimuovere la targa in ricordo dei friulani infoibati».