17 settembre 2019
Aggiornato 15:00
Basket

La Gsa fa valere il fattore Carnera anche con Jesi

I bianconeri, con i due punti incamerati con i marchigiani, mantengono la quarta posizione in classifica in coabitazione con Verona
La Gsa fa valere il fattore Carnera anche con Jesi
La Gsa fa valere il fattore Carnera anche con Jesi Diario di Udine

UDINE - Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Gsa Udine che ha messo sotto la Termoforgia Jesi per 93 a 76. I bianconeri, con i due punti incamerati con i marchigiani, mantengono la quarta posizione in classifica in coabitazione con Verona che, con l'ex Vuiacic nei ranghi, verrà a fare visita al Carnera nella penultima di campionato.

Nonostante la differente statura tecnica e il mal di trasferta (finora 0 vittorie fuori casa), Jesi ha impegnato tenacemente i padroni di casa per oltre tre quarti di partita, difendendo duro sul perimetro e colpendo, soprattutto dalla distanza, con i suoi tiratori italiani Mascolo, Maspero e Baldasso. Un 'pianto', invece, gli americani a disposizione della Termoforgia che hanno messo insieme 14 miseri punti (ma c'è l'ex Ravenna Rice pronto a subentrare).
Udine ha costruito la sua vittoria sotto le plance, sfruttando la stazza e la rabbia agonistica di Pellegrino (14 punti, 6 rimbalzi e 2 stoppate) ed il talento, finalmente esibito appieno, di Powell che è stato l'MVP dell'incontro con 23 punti e 16 rimbalzi in 26 minuti sul parquet.

Dopo i primi 16' di sostanziale equilibrio, la Gsa ha messo la freccia di sorpasso nelle battute finali del secondo quarto realizzando il parziale di 12 a 3 (ottimo nel frangente anche Simpson che ha deliziato il pubblico con un'acrobatica schiacciata) che l'ha portata ad andare alla pausa di metà incontro sul +8 (53-45). Nella ripresa gli uomini di coach Martelossi sono riusciti ad incrementare il vantaggio continuando a sfruttare la vena realizzativa sotto canestro di Powell, alterandola alle penetrazioni di Cortese e Simpson, mentre Jesi si spegneva definitivamente nell'ultimo quarto di gioco.

I cinque giocatori in doppia cifra dei bianconeri testimoniano, al netto della grande prestazione di Powell, la vittoria di squadra dei friulani che aspettano di avere anche l'apporto del neo-acquisto Amici. L'ex Leonis Roma è rimasto a guardare dalla panchina i nuovi compagni a causa dell'infortunio rimediato alla scapola durante il suo primo giorno di allenamenti. Pacche sulle spalle ed incitamenti ai compagni non sono mancanti, ma ovviamente la Gsa avrà grande bisogno del contributo sul campo del pesarese in questo finale di stagione.

Gsa Udine - Termoforgia Jesi  93-76 (23-19, 53-45, 70-58)
G.S.A. Udine: Marshawn Powell 23 (9/11, 1/2), Riccardo Cortese 16 (5/9, 1/5), Trevis Simpson 15 (6/9, 1/2), Francesco Pellegrino 14 (5/7, 0/0), Stefan Nikolic 11 (3/3, 1/3), Lorenzo Penna 8 (2/2, 1/2), Marco Spanghero 3 (0/1, 1/3), Chris Mortellaro 2 (1/2, 0/0), Mauro Pinton 1 (0/0, 0/2), Raphael Chiti 0 (0/0, 0/1), Matteo maria Visentini 0 (0/0, 0/1), Alessandro Amici 0 (0/0, 0/0). All. Martelossi.
Termoforgia Jesi: Bruno Mascolo 18 (5/8, 0/3), Giacomo Maspero 13 (2/5, 3/7), Lorenzo Baldasso 12 (2/5, 2/9), Tommaso Rinaldi 10 (0/4, 2/4), Preston Knowles 8 (1/3, 1/2), Leonardo Tote 6 (0/5, 1/1), Kevin Dillard 6 (1/3, 1/4), Isacco Lovisotto 3 (0/0, 1/1), Antonio Valentini 0 (0/0, 0/0), Simone Mentonelli            0 (0/0, 0/0), Noah Mwananzita 0 (0/0, 0/0). All. Cagnazzo.