18 agosto 2019
Aggiornato 19:30
Il caso

Hospice di Udine, possibile uno spostamento: Progetto Fvg/Ar dice no

Il gruppo prende posizione e interroga la giunta regionale: c'è il rischio di una riduzione di posti per i pazienti
Hospice di Udine, possibile uno spostamento: Progetto Fvg/Ar dice no
Hospice di Udine, possibile uno spostamento: Progetto Fvg/Ar dice no

UDINE - «Ci è stata paventata l'ipotesi di spostare l'hospice di Udine dall'attuale sede del padiglione 9 Scrosoppi al comprensorio di via Pozzuolo, già sede dell'Azienda sanitaria universitaria integrata di Udine, con conseguente riduzione da 15 a 7 dei posti letto a disposizione, una dotazione del tutto insufficiente per le attuali esigenze di questa funzione, anche le associazioni di volontariato che si occupano di assistenza ai malati terminali e che ritengono preferibile una collocazione di tale realtà in ambito ospedaliero, in quanto contrasta l'idea di Hospice come luogo in cui si va a morire e allo stesso tempo valorizza, in un contesto di percorso di cura più complesso, la funzione delle cure palliative». Lo affermano i consiglieri del gruppo consiliare regionale Progetto Fvg per una Regione Speciale/Ar che sul tema hanno presentato un'interrogazione per sollecitare l'intervento della Giunta regionale.

«Sia un'ubicazione che l'altra - precisa il Gruppo - sono comunque vincolate da interventi riqualificativi ben più modesti di quelli necessari per adattare il padiglione 9 rispetto a quelli richiesti per il complesso di via Pozzuolo, dai costi ovviamente ben più elevati questi ultimi e dai tempi decisamente lunghi, comunque non inferiori ai quattro anni, a voler essere ottimisti. Al di là di tutto resta di primaria importanza il mantenimento del finanziamento ministeriale messo a rischio dalla perenzione già minacciata dal Ministero e sospesa solamente grazie alla progettualità già presentata».