19 luglio 2019
Aggiornato 12:30
Udine

Mercoledì 10 aprile arriva la Giornata internazionale della medicina omeopatica

Gli aderenti all'iniziativa offriranno al pubblico consulti gratuiti, per quanto riguarda la zone di Udine sono due gli ambulatori medici che aderiscono all'iniziativa
Mercoledì 10 aprile arriva la Giornata Internazionale della medicina omeopatica
Mercoledì 10 aprile arriva la Giornata Internazionale della medicina omeopatica

UDINE - In occasione della Giornata internazionale della medicina omeopatica, mercoledì 10 aprile, l’Associazione medica italiana di omotossicologia promuove anche quest’anno l’iniziativa 'Stiamo bene… naturalmente!'. Su tutto il territorio nazionale, gli studi medici, odontoiatrici e veterinari che aderiranno all’iniziativa offriranno al pubblico consulti gratuiti per sensibilizzare sull’importanza di corretti stili di vita, educare alla prevenzione dei mali di stagione, delle allergie, delle intossicazioni dell’organismo, dei dolori cronici e di altri malesseri, informare sulle terapie d’avanguardia e sull’utilità di avere maggiore cura di se stessi, oltre a garantire un aggiornamento sulle ultime novità in ambito terapeutico complementare.

Udine

Per quanto riguarda la zona di Udine sono due gli ambulatori medici che aderiscono all'iniziativa, ossia, lo studio della Menegon Dr.ssa Maria Grazia (in via Molin nuovo, 11 t) e quello della Dr.ssa Sinicco Giovanna (in via Vittorio Veneto, 16)

La rete

In questo modo Amiot mette a disposizione una rete di professionisti aderenti disponibili non solo a effettuare un consulto gratuito per un controllo medico, ma anche ad approfondire le conoscenze sulle terapie dei bassi dosaggi, allineate alle più moderne ed efficaci metodologie cliniche. L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio gratuito di venticinque tra Ordini dei medici, dei veterinari e dei farmacisti oltre che di altre prestigiose istituzioni. L’edizione dello scorso anno ha fatto registrare numeri da record a dimostrazione che l’omeopatia sta godendo di una popolarità e di un consenso sempre maggiore negli ultimi anni: un incremento del +10% rispetto all’edizione 2017 con 534 studi medici, odontoiatrici e veterinari aderenti, 1800 farmacie e parafarmacie sostenitrici, 102 Province coperte e un numero verde a cui hanno chiamato circa mille persone.

Le patologie

Relativamente alle patologie con il più alto numero di richieste di visita si attestano al primo posto le malattie algico-reumo-artropiche (38,7%), poi nell’ordine quelle allergico-immunologiche (28,8), gastroenterologiche (28,2%), odontoiatriche (16%), geriatriche (15,3%) e dermatologiche (14,1%). La sfida di Amiot sarà anche per quest’anno replicare lo straordinario successo dell’edizione del 2018.