19 aprile 2019
Aggiornato 15:00
Montagna

Doppio intervento del Cnsas nel Pordenonese

Cinque tecnici sono accorsi lungo il sentiero che da Dardago conduce alla chiesa di San Tomé per soccorrere un ciclista. Altri 8 volontari sono usciti per la segnalazione di un escursionista in difficoltà sul Monte Fara
Doppio intervento del Cnsas nel Pordenonese
Doppio intervento del Cnsas nel Pordenonese Soccorso Alpino

BUDOIA - Cinque tecnici del Soccorso Alpino di Pordenone sono intervenuti per recuperare un ciclista caduto in discesa lungo il sentiero che da Dardago conduce alla chiesa di San Tomé. L'incidente si è verificato più o meno nello stesso tratto dove anche ieri sera un altro ciclista è  stato soccorso dopo una caduta, dovuta alla presenza di sassi, fogliame e avanzi di neve. L'uomo, A. S. del 1948 della provincia di Treviso ha riportato un trauma facciale: è stato imbarellato e consegnato ai sanitari dell'ambulanza giunta nei pressi. 

Il Soccorso alpino di Maniago è intervenuto con otto soccorritori su richiesta della Sores per la segnalazione di un escursionista in difficoltà sul Monte Fara. L'uomo un codroipese del 1966 R. B., che si trovava in compagnia del suo cane, non riusciva a proseguire per spossatezza. Sul posto è stato chiamato l'elicottero della Protezione Civile sul quale sono saliti i tecnici del Soccorso Alpino al fine di effettuare una ricognizione sul versante segnalato inizialmente, quello ovest.

Con un successivo contatto telefonico con l'escursionista ci si è poi diretti grazie alle sue indicazioni sul versante sud del monte dove è stato avvistato. Recuperato in hovering è stato portato presso la piazzola dell'elicottero a Montereale e quindi alla sua auto. Alla base anche una squadra dei Vigili del Fuoco.