18 aprile 2019
Aggiornato 21:00
Chiusaforte

Donna soccorsa sul Canin dall'elicottero della Protezione Civile

Sul posto i tecnici del Cnsas di Cave del Predil e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Sella Nevea
Donna soccorsa sul Canin dall'elicottero della Protezione Civile
Donna soccorsa sul Canin dall'elicottero della Protezione Civile

CHIUSAFORTE - Domenica mattina intorno alle 11.30 anche il Soccorso Alpino di Cave del Predil ha effettuato, assieme al Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Sella Nevea, un intervento di soccorso su chiamata della Sores.

Inizialmente a causa delle informazioni giunte frammentarie al Nue 112 a causa della precarietà del segnale telefonico, non si riusciva a individuare il punto esatto da cui la richiesta di soccorso proveniva, anche perché nel comprensorio del monte Canin c'erano moltissimi scialpinisti in gita su tutti i versanti del gruppo. In un secondo tempo, grazie a informazioni raccolte sul campo, si è capito che la richiesta proveniva dal versante occidentale di Sella Ursic, dove una giovane donna di Gradisca d'Isonzo, G. N. del 1985, si è procurata una grave distorsione con sospetta frattura al ginocchio.

Sul posto è arrivato l'elicottero della Protezione Civile di stanza a Tolmezzo con a bordo il tecnico cinofilo, che nel caso specifico aveva anche competenze mediche. La donna è stata caricata a bordo e consegnata all'autoambulanza nel frattempo giunta a Sella Nevea presso la Caserma della Guardia di Finanza per essere condotta in ospedale.