12 dicembre 2019
Aggiornato 02:30
Tolmezzo

Presentato il 22esimo Campionato del mondo di deltaplano

Un evento sportivo di alto livello che offrirà la possibilità di vivere una competizione emozionante con oltre 7.000 presenze giornaliere nelle tre settimane di gara, 120 piloti e 9 zone di volo
Presentato il 22esimo Campionato del mondo di deltaplano
Presentato il 22esimo Campionato del mondo di deltaplano Regione Friuli Venezia Giulia

TOLMEZZO - «Una regata del cielo che mette al centro tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia, un evento sportivo di alto livello che offrirà la possibilità di vivere una competizione emozionante con oltre 7.000 presenze giornaliere nelle tre settimane di gara, 120 piloti e 9 zone di volo: numeri che porteranno positive ricadute per la montagna e per l'intera regione in termini economici e di visibilità». Lo ha detto, nella sede della Regione a Udine, l'assessore al Turismo del Fvg Sergio Emidio Bini durante la presentazione del 22mo Campionato del mondo di deltaplano che si terrà, con base operativa a Tolmezzo, dal 13 al 27 luglio prossimi.

Un evento nei cieli dei 3 Confini 

«I deltaplani di oltre 40 nazioni saranno l'occasione per rendere protagonista la nostra regione e farla apprezzare agli ospiti internazionali che raggiungeranno il nostro territorio. Sono convinto che il rilancio della montagna oltre che la promozione turistica del Fvg sia possibile anche grazie a questi eventi sportivi», ha aggiunto l'esponente della giunta Fedriga. Bini ha confermato il sostegno della Regione alla Campionato mondiale «che ben rappresenta la logica della promozione, orientata a valorizzare le manifestazioni di qualità sulle quali concentrare energia e forze. Oltre alla regata del mare che ci fa conoscere - ha aggiunto - abbiamo questa regata del cielo che analogamente può valorizzarci in tutto il mondo grazie alle sue qualità: prima di tutto quella di non avere confini». I deltaplani che parteciperanno al campionato gareggeranno, infatti, in un cielo che non è solo quello del Fvg ma voleranno anche in alcune aree di Austria e Slovenia estendendo, per la prima nella storia del deltaplano, l'area di gara su più Paesi dando così vita ad un evento straordinario reso possibile dal lavoro di squadra e da una sapiente organizzazione.

Una regata dei cieli

Lucio Gomiero direttore generale di PromoTurismo Fvg ha rimarcato l'aspetto internazionale della competizione «è la regata, sebbene sia del cielo, più internazionale che abbiamo in Fvg con la più alta incidenza di persone provenienti da altri Paesi ed è necessario sviluppare, ancora di più e meglio, questa caratteristica per farci conoscere». Gomiero ha messo in evidenza anche l'importanza dell'accoglienza dedicata agli accompagnatori che dovrà essere valorizzata promuovendo e intensificando le attività outdoor e ha auspicato una maggiore unità del sistema degli operatori per raggiungere ancora migliori risultati. Alla conferenza stampa hanno partecipato, fra gli altri, il sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo, i rappresentanti del comitato organizzatore Flyve, AeC lega piloti e AeroClub Italia con Bernardo Gasparini, Giovanni Rupil e Barbara Sonzogni a cui si sono aggiunti Enzo Cainero storico promoter di tanti eventi sportivi e Marco Laurenzi deltaplanista fresco dell'ottimo risultato alla Winter race in Slovenia in rappresentanza della nazionale italiana.