6 dicembre 2019
Aggiornato 09:00
Udine

Cluster Arredo: al via la formazione di nuovi operatori Cnc

Carlo Piemonte: «Non passa giorno che le aziende del settore non ci chiedano programmatori da inserire subito nel proprio organico»
Cluster Arredo: al via la formazione di nuovi operatori Cnc
Cluster Arredo: al via la formazione di nuovi operatori Cnc

UDINE - Dopo i tappezzieri, figure ambitissime dal comparto legno che il Cluster Arredo/Casa ha formato ad hoc in pochi mesi, in collaborazione con la Regione, e i falegnami, vi è ora l’ennesimo appello da parte delle aziende a riguardo di un’altra figura professionale che oggi ricopre un ruolo-chiave, ma che è difficilmente reperibile sul mercato: i programmatori di macchine a controllo numerico per la lavorazione del legno.

L'industria 4.0

Al Cluster, infatti, giungono continuamente numerose segnalazioni da parte di aziende del settore legno-arredo in merito alla carenza di personale per le macchine Cnc, imprese, che cercano a gran voce e con urgenza questa figura specializzata. Il successo del percorso formativo Soft Design Academy - che ha 'creato' ex novo tappezzieri - spinge ora il Cluster a concentrarsi su una nuova sfida: 'scovare' personale formato per le attività dell’industria del legno 4.0, che richiede competenze sempre più tecniche. E se non ci sarà, allora bisognerà formarlo.

La formazione

«Non passa giorno - spiega il direttore Carlo Piemonte - che le aziende del settore non ci chiedano programmatori di macchine Cnc da inserire subito nel proprio organico». Tramite il canale 'Pipol' e fianco della Regione, con la collaborazione dell'area servizi alle imprese dell'Agenzia regionale per il lavoro Fvg, verrà quindi costruito un percorso che garantirà alle aziende, in tempi brevi, di avere personale formato. Ormai, come riferisce il vicepresidente del Cluster Mauro Damiani, «Le maestranze tradizionali sono poco avvezze alla tecnologia 4.0 e bisogna quindi puntare, per la gestione delle macchine a controllo numerico, su operatori formati».

Per valutare il numero esatto di posti-lavoro disponibili nelle aziende del Fvg, il Cluster organizza due incontri con le imprese del sistema casa e le associazioni di categoria presso i propri uffici, lunedì 25 a Buttrio e martedì 26 a Brugnera. Presso le imprese aderenti al progetto si terranno poi gli stage per i tirocinanti, che verranno presumibilmente tutti assunti. «Analisi di mercato, disponibilità occupazionale, formazione addetti, assunzione: questo sarà l’iter lineare che seguiremo - conclude il presidente del Cluster Arredo/Casa Franco di Fonzo - con il percorso formativo che verrà avviato una volta ottenuto l’esatto numero di operatori necessari in regione».

«Speriamo di catalizzare l’interesse in particolare dei giovani - sottolinea Gianni Fratte, responsabile del servizio alle Imprese dell’Agenzia regionale per il lavoro -. Nell’industria 4.0 in cui i robot entrano in azienda nei processi produttivi, servono persone che sappiano gestire macchine Cnc, oggi richiestissime ne comparto».