17 giugno 2019
Aggiornato 13:00
Sabato 30 marzo su Rai Uno

In onda la puntata di Linea Bianca dedicata all'Alto Friuli

50 minuti dedicati a Tarvisiano a Sella Nevea, passando per la Val Saisera, Malborghetto e il Parco naturale delle Prealpi Giulie
In onda la puntata di Linea Bianca dedicata all'Alto Friuli
In onda la puntata di Linea Bianca dedicata all'Alto Friuli Ufficio Stampa

UDINE - Sabato 30 marzo alle ore 14 su Rai Uno il programma Linea Bianca dedicherà i 50 minuti della puntata alla zona delle Alpi e Prealpi Giulie, dal Tarvisiano a Sella Nevea, passando per la Val Saisera, Malborghetto e il Parco naturale delle Prealpi Giulie, fino ad arrivare al Lago del Cornino seguendo il fiume Tagliamento. Non mancheranno sorprese, grazie a un volo speciale delle Frecce Tricolori che hanno sorvolato le montagne della Valcanale con a bordo il conduttore Massimiliano Ossini.

Si parte dalla vetta del Mangart

Un viaggio alla scoperta del patrimonio turistico di una parte delle montagne del Friuli Venezia Giulia che è ormai un appuntamento annuale immancabile e consolidato, grazie alla stretta collaborazione di PromoTurismo Fvg con la produzione del programma. La puntata è stata realizzata grazie alla prezioso supporto di diversi operatori pubblici e privati del territorio.

Il racconto di Massimiliano Ossini inizierà a quota 2.677 metri sul livello del mare: sulla vetta del monte Mangart con il panorama dei laghi del Fusine e del passo Predil, una suggestiva apertura del conduttore in compagnia del co-conduttore Lino Zani e di una guida alpina. Il viaggio dei conduttori Ossini, Zani e Giulia Capocchi proseguirà solcando le piste di Sella Nevea insieme ad alcuni maestri di sci e a numerosi studenti del Liceo Bachmann di Tarvisio e proseguirà con la realizzazione di un sogno nel cassetto di Massimilano, quello di volare a bordo di uno dei velivoli delle Frecce Tricolori. La puntata arriverà poi nel cuore del Parco naturale delle Prealpi Giulie con le guide del soccorso speleologico del Cnsas che a bordo di gommoni entreranno nella grotta del Goriuda.

Si parlerà anche di linci, orsi e lupi

Il ritorno della lince, ma anche la consolidata presenza dell’orso e del lupo, il fenomeno del carsismo, il percorso delle acque che dal nevaio del Canin, attraverso un sistema di cascate, ruscelli e falde sotterranee, si convogliano nel Tagliamento e, per finire, le bellezze della Riserva Naturale Regionale del Lago del Corninosono alcune delle altre tematiche che si affronteranno durante la puntata. Non mancheranno infine i racconti delle curiosità e tradizioni del Monte Lussari, di interessanti realtà di artigiani, di vicende legate alla Grande Guerra e la spiegazione di tutte le fasi legate al soccorso degli animali investiti sulle strade: in località Cucco, in un recinto di contenimento, con due carabinieri-forestali del reparto Biodiversità di Tarvisio si farà un importante bilancio delle attività di recupero della fauna selvatica. La puntata sarà poi disponibile anche su https://www.raiplay.it/