19 luglio 2019
Aggiornato 12:30
Udine

Volontariato: al via il progetto 'Open Door. Conosco, Capisco, Imparo'

Percorso di avvio per i giovani tra i 16 e i 19 anni, dalla cultura allo sport, diciotto associazioni del Fvg si mettono in rete
Volontariato: al via il progetto 'Open Door. Conosco, Capisco, Imparo'
Volontariato: al via il progetto 'Open Door. Conosco, Capisco, Imparo'

UDINE - È stato presentato giovedì 28 marzo, nella sede della Regione, il progetto 'Open Door. Conosco, Capisco, Imparo: percorso di avvio al volontariato di giovani tra i 16 e i 19 anni'. Finanziato dalla Regione, attraverso Fondi del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, è il primo di undici sostenuti a divenire concreto. Lo promuove l’associazione Mondo 2000 assieme ad altre diciassette realtà regionali, di cui ben tre sono friulane.

Le associazioni

La prima è l’associazione udinese Time For Africa Onlus, che opera nel campo della cooperazione e della solidarietà internazionale attraverso la formula del sostegno a distanza. L’associazione di volontariato Psicologi per i popoli, poi, fornisce supporto professionale nell’ambito della psicologia emergenziale a persone e a gruppi colpiti da eventi di gravità eccezionale; presente in varie regioni italiane, ha la sua base per il Fvg a Udine. Infine c’è anche Friûl trek & trout, associazione di promozione sociale di Tolmezzo, che valorizza il territorio attraverso escursioni naturalistiche e altre attività analoghe. Il progetto 'Open Door', tramite lo strumento del partenariato, mette in rete queste e altre realtà no profit del Fvg con scuole e centri giovanili di diversa natura, allo scopo di avvicinare gli adolescenti al mondo del volontariato.

Il portale

A tal fine sarà creato un portale online capace di collegare domanda e offerta, accessibile all'indirizzo 'www.open-door.it', grazie al quale i giovani potranno conoscere le opportunità di volontariato, appunto, esistenti sull'intero territorio regionale, oltre alla varietà di questo mondo: dallo sport alla cultura, dal sociale alla cooperazione e così via. Il progetto si rivolge a tutti i giovani di età compresa nella fascia tra i 16 e i 19 anni a partire da coloro che, arrivati al terzo anno di scuola superiore, devono iniziare il percorso di alternanza scuola lavoro. Ma non solo: sono coinvolti centri di formazione professionale, centri di aggregazione giovanile e centri per minori stranieri non accompagnati. Gli enti che lo volessero sono invitati ad aderire alla rete (info@open-door.it): l’obiettivo è ampliarla il più possibile, così da poter favorire l'integrazione attraverso il lavorare insieme. Le attività verranno realizzate con il coinvolgimento dei Coordinamenti Territoriali d’Ambito e del Centro Servizi Volontariato del Friuli Venezia Giulia per favorire una capillare disseminazione del progetto a livello regionale.

Gli obbiettivi

Le attività previste mirano a creare un modello che sia replicabile e sostenibile atto a sviluppare un sistema di contatto nuovo tra giovani e volontariato, capace di agevolare le scuole nell’attivazione di un percorso di alternanza. Si vuole inoltre offrire alle famiglie la possibilità di supportare la scelta dei ragazzi, monitorando le diverse opportunità che vengono loro offerte e accompagnandoli verso attività di volontariato che si allontanano forse dal percorso strettamente didattico, ma che possono far emergere i reali interessi dei ragazzi. Tra i punti di maggiore interesse del progetto figurano infatti: la capacità del partenariato di fare rete, con un obiettivo comune e trasversale a tutte le associazioni di volontariato; la creazione di opportunità di conoscenza della varietà del mondo del volontariato: dallo sport alla cultura, dal sociale alla cooperazione e così via; l’obiettivo più generale, e cioè quello di mettere un 'semino' nei ragazzi, affinché possa un domani germogliare.