26 aprile 2019
Aggiornato 08:30
Gli incontri

Il sottosegretario di Stato, Vannia Gava, in visita a Meduno e ad Arba

Si recherà in tre aziende al top dell'eccellenza e attive in ogni angolo del mondo
Il sottosegretario di Stato Vannia Gava in visita a Meduno e a Arba
Il sottosegretario di Stato Vannia Gava in visita a Meduno e a Arba ANSA

SPILIMBERGO - Tre aziende al top dell’eccellenza e attive in ogni angolo del mondo, con importanti ricadute occupazionali e di immagine per i mandamenti di Spilimbergo e Maniago: la mattina di lunedì 8 aprile il sottosegretario di Stato, Vannia Gava, visiterà gli stabilimenti della Roncadin di Meduno, quelli della Graphistudio e di Alea a Arba. L’esponente del Governo vuole così manifestare vicinanza ad un territorio che ha subito i duri contraccolpi della crisi economica ma che ha anche saputo espandersi e investire nelle nuove tecnologie.

Gli incontri 

La prima tappa sarà a Meduno dove l’amministratore delegato Dario Roncadin accompagnerà la Gava all’interno del rinato complesso industriale: già dopo tre giorni dal terribile rogo che il 22 settembre 2017 devastò gli impianti, l’azienda di pizze era ripartita. Oggi, ad un anno e mezzo di distanza da quell’evento, la Roncadin è tornata a pieno regime e si propone ulteriori ampliamenti di aree e di produzione. Ad attendere il sottosegretario ad Arba ci saranno invece i titolari della Graphistudio, Tullio Tramontina, Enzo Piazza e Maurizio Corazza. Anche qui l’attività di progettazione e stampa di album digitali procede a ritmo serrato grazie ad una serie di partnership in giro per il mondo, una delle quali con il colosso Canon.

Infine Alea Pro, la start up informatica guidata da Cristian Fiorot che in poco più di 15 anni ha conquistato commesse per governi stranieri, enti locali e multinazionali, vincendo anche premi prestigiosi per alcune app e siti web. «Vogliamo dimostrare un sostegno concreto agli imprenditori che investono e offrono un futuro sereno a migliaia di famiglie», ha commentato Vannia Gava che in precedenza è stata anche alla Bioman di Maniago e alla Dolomia di Cimolais e che ha promesso una conoscenza diretta di tutte le realtà produttive che del territorio.