19 giugno 2019
Aggiornato 13:30
La scelta

Rimozione dei passaggi a livello: trovato l'accordo a Roma

E' stato confermato l'impegno da parte di Rfi di procedere al trasferimento del traffico passeggeri dalla tratta urbana alla circonvallazione Udine Centrale - Pm Vat
Rimozione dei passaggi a livello: trovato l'accordo a Roma
Rimozione dei passaggi a livello: trovato l'accordo a Roma Adobe Stock

UDINE - «Definiti gli accordi con Rete Ferroviaria Italiana riguardo il potenziamento di Udine - Udine Parco - Pm Vat con il progetto definitivo previsto per gennaio 2020». Così in una nota il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Armando Siri. Giovedì, nella riunione a cui hanno partecipato Siri, i senatori Maurizio Campari e Mario Pittoni (che da anni sta seguendo la vicenda e che ha promosso il tavolo a Roma), l'assessore Graziano Pizzimenti, il sindaco Pietro Fontanini, il direttore commerciale Rfi Christian Colaneri e il direttore Investimenti Rfi Vincenzo Macello, sono state illustrate da parte di Rfi le linee guida per il Nodo di Udine previste nel Contratto di Programma parte Investimenti 2017 - 2021.

In particolare, sulla base delle indicazioni fornite dalle amministrazioni competenti, è stato confermato l'impegno da parte di Rfi di procedere al trasferimento del traffico passeggeri dalla tratta urbana alla circonvallazione Udine Centrale - Pm Vat. In attesa del completamento delle opere della linea circonvallazione, che permetterà di procedere alla dismissione della tratta urbana, entro 30 giorni, si legge in una nota, sarà presentata una proposta di rivisitazione dell'offerta commerciale per un parziale trasferimento del traffico passeggeri sul tratto di circonvallazione, al fine di decongestionare il traffico cittadino.

Gli interventi Infrastrutturali sono finanziati con un primo importo di 53 milioni di euro.