23 settembre 2019
Aggiornato 18:00
Udine

Confartigianato: la criminalità danneggia il 5,5% delle aziende friulane

E' questo il risultato dell’indagine congiunturale realizzata a gennaio 2019 nel capoluogo friulano
Confartigianato: la criminalità danneggia il 5,5% delle aziende friulane
Confartigianato: la criminalità danneggia il 5,5% delle aziende friulane Diario di Udine

UDINE - L’isola felice è ormai un ricordo anche nel Nordest. Le imprese che segnalano difficoltà causate da episodi più o meno gravi di criminalità sono andate infatti crescendo negli ultimi anni anche in provincia di Udine.

L'indagine

A posizionare la lente d’ingrandimento sulla spinosa questione è l’indagine congiunturale realizzata a gennaio 2019 dall’ufficio studi di Confartigianato-imprese Udine che tra le varie domande poste quest’anno a un panel di seicento imprese ne ha inserita una espressamente dedicata alla criminalità domandando alle aziende chiamate in causa se siano state gravate nell’attività d’impresa da furti, tentati furti, rapine, danneggiamenti, truffe.

Le aree

Ebbene, il 5,5% ha risposto affermativamente, percentuale che applicata all’intera popolazione di 13.892 aziende artigiane attive in provincia di Udine al 31 dicembre 2018 restituisce una platea di settecento imprese artigiane potenzialmente interessate da fenomeni di criminalità tali da influenzarne la competitività. A livello territoriale, esiste una forte concentrazione del fenomeno in alcune aree della provincia. Emerge, in particolare, un’elevata incidenza di segnalazioni di criminalità a cavallo tra Medio e basso Friuli, in particolare nei comuni di Talmassons, Castions di Strada, Pocenia, Muzzana del Turgnano, Palazzolo dello Stella e Ronchis. Tranne rari casi, nell’alto Friuli e nella Slavia friulana i comuni non raggiungono il numero minimo di venti interviste ed è stato pertanto impossibile misurare in modo affidabile il fenomeno.

La classifica

La classifica comunale per segnalazioni di criminalità vede ai primi tre posti gli artigiani dei comuni di Muzzana (il 18,2% degli intervistati afferma di aver subito la criminalità nella propria attività d’impresa), Pocenia (15,2%) e Martignacco (14,5%). Non rientra nella 'Top 10' dei Comuni più pericolosi Udine, che si piazza al 15° posto (9%). Nelle ultime tre posizioni, le più virtuose, ci sono invece Basiliano (1,7%), Pavia di Udine (1,4%) e San Daniele del Friuli (1,2%), che risulta il comune con minor percentuale di segnalazioni per criminalità di tutta la provincia.