22 settembre 2019
Aggiornato 11:00
Ambiente

Arpa: online le emissioni del cementificio di Fanna

Queste modalità di acquisizione, gestione e rappresentazione di dati dello Sme sono aderenti a quanto previsto dalla normativa comunitaria e nazionale in materia
Arpa: online le emissioni del cementificio di Fanna
Arpa: online le emissioni del cementificio di Fanna

FANNA - Da lunedì 15 aprile, è stato avviato il nuovo sistema di visualizzazione dei dati delle emissioni di macroinquinanti dal camino del cementificio Buzzi Unicem di Fanna.

Le rilevazioni 

Lo rende noto l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente che evidenzia le rilevanti novità dell'intervento di ammodernamento apportate al sistema di monitoraggio in continuo delle emissioni e all'istallazione di un nuovo sistema di acquisizione, gestione e messa a disposizione dei dati. I dati dello Sme, una volta registrati dal sistema, saranno distribuiti su un doppio flusso: il primo prettamente di tipo informativo, il secondo più orientato al controllo. Il primo flusso informativo di sintesi riguarderà i dati aggregati nelle modalità previste dall'autorizzazione ambientale (valori medi giornalieri) al fine di quantificare l'entità dei macroinquinanti presenti nelle emissioni a camino e di verificare il rispetto dei limiti fissati per la tutela della salute e dell'ambiente. A questi dati si farà riferimento con dei collegamenti informatici pubblici e diretti, messi a disposizione dalla Buzzi Unicem.

Il secondo Flusso

Il secondo flusso riguarderà invece i dati medi su 30 minuti dello Sme. Questi verranno messi a disposizione solamente di Arpa, che potrà accedervi per avere maggiori informazioni sul processo produttivo e sulle prestazioni dell'impianto. Queste modalità di acquisizione, gestione e rappresentazione di dati dello Sme sono aderenti a quanto previsto dalla normativa comunitaria e nazionale in materia (comma 10, articolo 237- quattuordecies, D.Lgs. 152/06 e s.m.i.), che prevede l'obbligo del gestore dell'impianto a effettuare le misurazioni, a registrarle, elaborarle e presentarle all'autorità competente in modo da consentire di verificare l'osservanza delle condizioni di funzionamento previste e dei valori limite di emissione stabiliti nell'autorizzazione alla produzione.