16 ottobre 2019
Aggiornato 19:30
Play off

La Gsa cade in casa contro Biella perdendo gara 2

Una sconfitta amara quella dei bianconeri che hanno giocato privi, oltre che del lungodegente Cortese, anche di Amici, infortunatosi nell'incontro di sabato sera alla mano sinistra
La Gsa cade in casa contro Bielle perdendo gara 2
La Gsa cade in casa contro Bielle perdendo gara 2 Comune di Udine

UDINE - La Gsa cade in gara-2 per 80 a 72 con Biella che impatta sull'1 a 1 la serie con i friulani. Una sconfitta amara quella dei bianconeri che hanno giocato privi, oltre che del lungodegente Cortese, anche di Amici, infortunatosi nell'incontro di sabato sera alla mano sinistra. Una doppia assenza pesante perché ha colpito Udine nello stesso ruolo, quello di ala piccola, e  l'ha privata di due giocatori abituati a dare un apporto consistente alla squadra.

L'incontro con Biella ha visto una Gsa a due facce: spenta, al limite della svogliatezza, nei primi due quarti, battagliera negli ultimi due. Dall'altra parte, c'è stata una Biella che ha replicato il buon match di gara-1, mettendo in campo tutte le sue armi e trovando anche qualche prezioso punto in più dai suoi italiani.

Il -15 di Udine (30-45) a metà match si spiega facilmente con le statistiche: Powell, Simpson e Amici (quest'ultimo non entrato, come detto), i mattatori di gara-1, mettono assieme la misura di 2 soli punti realizzati (di Powell). I bianconieri si tengono in partita con qualche giocata sotto canestro di Pellegrino e Nikolic e con l'agonismo difensivo di un coriaceo Penna. Un po' poco perché di fronte Biella trova i punti, oltre che quelli prevedibili di Sims e Antonutti, anche quelli di Saccaggi (11 nei primi 20') che poco si era visto nel precedente incontro.

Dopo l'intervallo, complici le probabile sfuriate di dirigenza ed allenatore della Gsa, i bianconeri entrano in campo con altro spirito. E' in particolare Simpson ad apparire incandescnte: l'americano segna 14 punti in 10' e Udine torna prepotentemente in partita raggiungendo il -4 dopo un'azione da 3 punti di Nikolic (49-53). Al Carnera c'è il pandemonio e la partita è completamente riaperta.

Nell'ultima frazione di gioco, una palla recuperata di Penna sembra dare il 'la' al compimento della rimonta friulana, ma questa rimane una illusione. Simpson perde di lucidità forzando troppi tiri, Powell e Spanghero, due veterani ai quali Udine dovrebbe potere aggrapparsi nei momenti di difficoltà, danno un contributo ininfluente, Pellegrino viene poco servito sotto canestro. Sull'altro fronte Biella, pur sorpresa dal ritorno di Udine, serra i ranghi e torna a macinare punti con Sims e Saccaggi. La Gsa prova fino all'ultimo a ridurre il gap, una tripla, l'unica, di Powell porta Udine a -6 (66-72), ma è l'ultimo campanello di allarme per l'Edilnord che riporta in parità la serie che ora si trasferisce a Biella, a cominciare da giovedì.

Una serie che potrebbe complicarsi ulteriormente se Udine rimarrà priva di Cortese ed Amici.

G.S.A. Udine - Edilnol Pallacanestro Biella 72-80 (11-25, 30-45, 51-55)
G.S.A. Udine: Trevis Simpson 19 (4/8, 3/10), Stefan Nikolic 16 (6/11, 0/2), Francesco Pellegrino 10 (4/5, 0/0), Marshawn Powell 8 (1/5, 1/1), Mauro Pinton 8 (1/1, 2/3), Lorenzo Penna 5 (0/2, 1/2), Chris Mortellaro 4 (1/3, 0/0), Marco Spanghero 2 (1/2, 0/1), Matteo maria Visentini n.e., Luigi Cautiero n.e., Raphael Chiti n.e., Alessandro Amici n.e.. All. Martelossi.
Edilnol Pallacanestro Biella: Deshawn Sims 21 (9/20, 1/1), Lorenzo Saccaggi 19 (3/6, 1/4), Michele Antonutti 16 (2/7, 4/4), K.t. Harrell 8 (2/5, 1/4), Carl Wheatle 7 (3/4, 0/1), Albano Chiarastella 6 (2/4, 0/0), Federico Massone 3 (0/0, 1/1), Matteo Pollone 0 (0/0, 0/0), Obinna Nwokoye n.e., Gustavo Savio n.e.. All. Carrea.