3 aprile 2020
Aggiornato 19:00
Approvato il bilancio d’esercizio 2018

Montasio Dop, produzione in crescita e ricerca di nuovi spazi di mercato

Nuovi investimenti promozionali per una maggior visibilità oltre la zona di produzione e un miglior posizionamento valoriale
Montasio Dop, produzione in crescita e ricerca di nuovi spazi di mercato
Montasio Dop, produzione in crescita e ricerca di nuovi spazi di mercato Ufficio Stampa

CODROIPO – Approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2018 del Consorzio di Tutela Formaggio Montasio Dop che nei giorni scorsi ha riunito i soci in occasione della consueta assemblea annuale.   Per il tipico formaggio a pasta dura prodotto in Friuli Venezia Giulia e parte del Veneto il bilancio 2018 evidenza dati positivi con un incremento delle vendite e una produzione in crescita dell’11,07% con 882.589 forme, pari  a  64.489 quintali di latte ( + 11,42%), rispetto al 2017.

Nel 2018 raccolti oltre 3,6 quintali di latte 

Nel corso del 2018 sono stati raccolti dai caseifici associati 3.625.706 quintali di latte con un incremento del 5,76% rispetto l’anno precedente. La produzione di formaggio Montasio con la dizione 'Prodotto Della Montagna' ha interessato 62.776 forme e rappresenta il 7,11% dell’intera produzione. Da segnalare anche un dato positivo per quanto riguarda l’incremento medio del prezzo che per alcune stagionature è pari al 4,6%. Altrettanto significativa è la consistente contrazione nelle scorte di Stravecchio e di Stagionato, dato che denota  un maggior apprezzamento nel mercato del prodotto invecchiato. «Un 2018 da segnare come un anno di cambiamento - afferma Maurizio Masotti presidente del Consorzio –  impegnati in una importante campagna promozionale e scientifica con risorse che vanno ad attingere al Fondo Psr e la Legge 25/16.  Investimenti che rappresentano una delle leve fondamentali per sostenere l’incremento della produzione e creare nuovi spazi di mercato».  

Si lavora per far conoscere il prodotto sempre di più

«Stiamo puntando a un nuovo posizionamento valoriale – aggiunge la direttrice e responsabile marketing Marina Cavedon - cercando di ampliare la conoscenza del formaggio Montasio anche oltre la zona di produzione attraverso il canale della grande distribuzione, una mirata attività social, web e stampa ma anche attraverso esperienze sensoriali dirette tra degustazioni, aperitivi, fiere e  showcooking. Siamo partiti da un rinnovamento d’immagine per alzare il livello del valore percepito con una nuova identità più pulita, attraente, elegante e raffinata, mettendo in evidenza che il Montasio è naturalmente privo di lattosio. Sì, perché il Montasio è privo di questo zucchero in tutte le sue stagionature. Un fattore importante se pensiamo che nell’agroalimentare sta crescendo tutto ciò che è 'naturale' e sostenibile - sottolinea Marina Cavedon -. Data la crescita delle intolleranze alimentari è quindi sempre più necessaria un’attenzione particolare ai prodotti naturalmente senza lattosio e senza glutine».

Gli obiettivi del 2019

E nel 2019 le attività di promozione intraprese dal Consorzio proseguiranno con una maggiore incidenza e visibilità verso i canali della Gdo, mirate soprattutto dell’interland milanese. Si faranno attività volte a catturare l’attenzione del consumatore durante la fase di acquisto, proponendo assaggi, degustazioni e raccontando la storia del Montasio.
Ma l’attenzione sarà rivolta anche verso una maggior caratterizzazione del prodotto attraverso un’indagine sensoriale basata su un panel di assaggiatori esperti e di una metodologia scientifica che ne definisca i caratteri distintivi e identitari per far sì che si differenzi dagli altri prodotti similari.
Durante l’Assemblea del Consorzio è intervenuto anche il direttore di PromoTurismo Fvg, Lucio Gomiero, il quale ha ribadito l’importanza strategica di questa dop per la valenza turistica che rappresenta per l’intera promozione del territorio.