21 luglio 2019
Aggiornato 02:30
La visita

Manzan: «L’Europa deve occuparsi dello sviluppo della Valcellina»

La candidata di FdI ha incontrato gli amministratori parlando di turismo e di ambiente
Manzan: «L’Europa deve occuparsi dello sviluppo della Valcellina»
Manzan: «L’Europa deve occuparsi dello sviluppo della Valcellina» Ufficio Stampa

ERTO E CASSO – «L’ambiente e il turismo sono i due ambiti su cui la Valcellina deve puntare per rilanciarsi, anche con l’aiuto dell’Europa». A sostenerlo è stata Giulia Manzan, candidata alle Europee per Fratelli d’Italia, che nei giorni scorsi ha effettuato una visita ai comuni della vallata insieme al parlamentare Renzo Tondo e al consigliere regionale Emanuele Zanon.

«Mi sono resa conto visitando la Valcellina – ammette Manzan – di quale sia il potenziale di questo territorio, e confrontandomi con gli amministratori locali, è emerso come, nonostante il lavoro fatto negli ultimi anni, manchi un appoggio concreto da parte delle istituzioni europee. Credo che proprio dall’Ue – chiarisce – debba arrivare il sostegno economico, attraverso il finanziamento di progetti mirati, per sviluppare sia dal punto di vista ambientale che turistico questa vallata. In questo modo, oltre ad attrarre le persone dall’esterno, si darà modo ai giovani di restare in loco a lavorare».

Manzan ha incontrato il sindaco e il vicesindaco di Claut, Marco Bosio e Franco Manfè, il presidente del Parco delle Dolomiti Friulane Gianandrea Grava, il sindaco e il vicesindaco di Erto e Casso, Antonio Carrara e Davide Corona. «Come ho detto anche agli amministratori di queste terre – conclude Manzan – sarà mia premura portare all’attenzione dell’Europa le esigenze della Valcellina, che in passato non ha ricevuto ciò che meritava. E’ il momento di cambiare rotta per far fare a questa vallata il salto di qualità che merita».