19 giugno 2019
Aggiornato 11:30
L'iniziativa

L'Associazione dei Borghi più belli d'Italia dona 12 mila euro a Sappada

La somma servirà per i danni provocati dagli eventi atmosferici dello scorso mese di ottobre
L'Associazione dei Borghi più belli d'Italia dona 12 mila euro a Sappada
L'Associazione dei Borghi più belli d'Italia dona 12 mila euro a Sappada Facebook

SAPPADA - Un gesto di grande importanza che, da un lato rappresenta la solidarietà dei Comuni nei confronti dell'amministrazione da poco entrata in Friuli Venezia Giulia e, dall'altro, un aiuto concreto per la neonata sezione della Protezione civile locale. È questo, come sottolineato dalla Regione, rappresentata dal vicegovernatore Riccardo Riccardi, il significato della raccolta fondi compiuta nei mesi scorsi dall'associazione dei Borghi più belli d'Italia del nostro territorio, il cui ammontare è stato consegnato al sindaco di Sappada, Manuel Piller Hoffer.

La somma, pari a circa 12 mila euro, è frutto delle offerte spontanee fatte da quanti hanno partecipato alla visita di chiese, monumenti, luoghi d'arte e mostre nei comuni di Cordovado, Clauiano, Palmanova, Fagagna, Venzone, Gradisca d'Isonzo, Toppo di Travesio, Poffabro di Frisanco, Polcenigo, Sesto al Reghena e Valvasone Arzene. Scopo dell'iniziativa è stata quella di raccogliere fondi da destinare al Comune di Sappada duramente colpito dagli eventi atmosferici dello scorso mese di ottobre. A fare da ciceroni nelle visite guidate sono stati gli stessi amministratori comunali, i quali hanno potuto contare per l'occasione sull'apporto fornito dalle locali squadre di protezione civile. Con una semplice cerimonia svoltasi in Municipio, alla presenza, tra gli altri, di una delegazione dei volontari della Protezione civile regionale e dal coordinatore dell'associazione dei Borghi più belli d'Italia del Friuli Venezia Giulia, la Regione ha consegnato nelle mani del primo cittadino un somma destinata al rafforzamento della locale squadra di Protezione civile, gruppo al quale l'amministrazione regionale aveva già concesso in passato 60mila euro per la sua prima attivazione.

La Regione, inoltre, voluto porre in evidenza il significato del gesto compiuto dall'associazione dei Borghi più belli d'Italia, che contribuisce così a rinforzare uno dei capisaldi del volontariato che, giorno dopo giorno, è pronto ad attivarsi in caso di necessità a seguito di calamità naturali ma anche a supporto delle grandi manifestazioni. In particolare, è stato ricordato come l'allargamento della famiglia della Protezione civile anche all'interno dell'ultimo comune entrato a far parte del Friuli Venezia Giulia rappresenti un momento molto significativo, potenziando così una rete già ben consolidata all'interno di un sistema, quello regionale, che rappresenta un modello per l'intero Paese.