9 luglio 2020
Aggiornato 22:00
Udine

Zullo agli imprenditori: «I fondi europei sono un’opportunità da cogliere»

L'europarlamentare grillino ha fatto tappa da Confartigianato per 'Fare Impresa con l’Europa', l’evento dedicato a tutte le Pmi del territorio
Zullo agli imprenditori: «I fondi europei sono un’opportunità da cogliere»
Zullo agli imprenditori: «I fondi europei sono un’opportunità da cogliere» Ufficio Stampa

UDINE - Si è svolto sabato pomeriggio, nella sede di Confartigianato Udine, l’evento 'Fare Impresa con l’Europa', organizzato dell’europarlamentare friulano M5S Marco Zullo. Un appuntamento ad ingresso libero dedicato a tutte le piccole medie imprese, che ha visto la presenza di Graziano Tilatti, presidente Confartigianato Fvg e Rosaria Capozzi, consigliere comunale Udine, componente della Commissione Bilancio e Programmazione.

La tappa nella cittadina friulana, fa parte di una lunga serie di incontri informativi e formativi incentrati sui fondi Ue, importanti strumenti di crescita messi a disposizione dall’Europa. Ogni evento vede infatti la presenza di tecnici esperti in materia, che dopo una prima panoramica sul contesto europeo e sulle opportunità offerte, rispondo alle domande dei presenti in merito alle loro specifiche realtà.

«Le imprese hanno bisogno di supporti economici per pianificare le azioni di sviluppo e crescita. L’Unione Europea predispone politiche di incentivazione allo sviluppo e alla crescita delle imprese, supportate da finanziamenti importanti. Cosa non funziona allora se questa ricerca raramente conduce ad un punto d’incontro e la porta dei Fondi Europei sembra restare sempre chiusa? – prosegue Zullo - il nostro scopo è quello di rendere consapevoli tutti i potenziali fruitori sulle misure esistenti, su cosa finanziano e come vi si può accedere. Questo, attraverso metodi e processi che permettono, in primis, di capire come reperire i bandi di proprio interesse e successivamente, come beneficiarne. Tali fondi rappresentano un’ottima opportunità di sviluppo e, soprattutto per i giovani, sono un diritto che può e deve venir esercitato».