19 giugno 2019
Aggiornato 07:30
Udine

Casa Cavazzini si trasforma per ospitare le grandi mostre

Via libera dalla giunta comunale alla sistemazione della struttura espositiva: nell'ottobre 2020 grande mostra sugli impressionisti
Casa Cavazzini si trasforma per ospitare le grandi mostre
Casa Cavazzini si trasforma per ospitare le grandi mostre Diario di Udine

UDINE - La giunta, nella seduta di lunedì 20 maggio, ha approvato l'indirizzo relativo ai lavori di adeguamento di Casa Cavazzini.

Le caratteristiche del progetto 

Il progetto prevede il collocamento delle mostre temporanee al secondo piano mentre il piano terra e il primo saranno destinati alle esposizioni permanenti. Al piano terra troveranno inoltre collocazione i nuovi servizi di biglietteria, la control room, il guardaroba, le audioguide e il bookshop. Saranno installati un nuovo impianto di climatizzazione close-control, un impianto illuminotecnico a led con sistema Dali e tunable white, nonché un nuovo ascensore esterno di alte capacità e portata che collegherà i tre piani del museo, posizionato nella corte a nord dell'edificio e funzionale al miglioramento della  gestione dei flussi di visita e la movimentazione delle opere.

I lavori dureranno 240 giorni 

Gli elementi di arredo e le pareti di divisione del  bookshop saranno concepiti come elementi modulari e smontabili, removibili qualora vi fosse l'esigenza di ricollocarli in altro luogo o di spostarli. Gli spazi espositivi del II piano funzioneranno come 'scatola nella scatola', soluzione ottimale in termini di sicurezza e funzionalità. Il costo complessivo dell’intervento ammonta a 1.238.000,00 euro. Il tempo di realizzazione del progetto è di 240 giorni lavorativi. Sarà vincolante il parere della Soprintendenza, che è già stata preventivamente coinvolta per una congiunta analisi degli interventi.

Una grande mostra nell'autunno 2020

Il lavoro, come ha chiarito il vicesindaco Loris Michelini, si inserisce nella volontà dell’amministrazione di valorizzare il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Casa Cavazzini per ospitare grandi mostre di alto profilo culturale e internazionale adeguando opportunamente gli spazi museali agli standard ministeriali. L'obiettivo è arrivare pronti a ottobre 2020 per una grande mostra dedicata all'impressionismo.