18 settembre 2019
Aggiornato 03:30
Il caso

Mostro di Udine: la Procura apre un nuovo fascicolo

I reperti trovati negli archivi durante le riprese della docu-serie Sky saranno analizzati dai carabinieri del Ris di Parma
Mostro di Udine: la Procura apre un nuovo fascicolo
Mostro di Udine: la Procura apre un nuovo fascicolo Diario di Udine

UDINE - La Procura di Udine ha aperto un nuovo fascicolo a carico di ignoti sul caso del mostro di Udine. I reperti che erano stati trovati negli archivi della Procura durante le riprese della docu-serie 'Il mostro di Udine' saranno analizzati dai carabinieri del Ris di Parma. Lo conferma l'avvocato Federica Tosel che, incaricata dai parenti di due delle vittime, Maria Luisa Bernardo e Maria Carlo Bellone, aveva presentato istanza di riapertura delle indagini.

Delitti irrisolti

La notizia è stata anticipata dal canale Crime+Investigation di Sky, che a partire da mercoledì sera ha trasmesso il documentario. Entrambi i delitti, tuttora irrisolti, erano stati inseriti nella lista degli omicidi perpetrati in Friuli ai danni di donne tra il 1971 e il 1989. Per almeno quattro di questi delitti si era ipotizzato che fossero stati commessi da un serial killer, il 'Mostro di Udine'. Per gli omicidi non venne mai trovato un colpevole.