18 ottobre 2019
Aggiornato 06:30
Udine

Maico si espande in Fvg e in Veneto

Tecnologia e assistenza qualificata del gruppo specializzato nel campo delle protesi acustiche arrivano a Spilimbergo e a Bassano del Grappa
Maico si espande in Fvg e in Veneto
Maico si espande in Fvg e in Veneto

UDINE - Maico Sordità, azienda leader nel campo delle protesi acustiche, rafforza la presenza dei suoi punti vendita con l’apertura di due nuovi Centri. Tecnologia e assistenza qualificata arrivano a Spilimbergo e a Bassano del Grappa. Con la nuova apertura di Spilimbergo salgono a tredici i Centri presenti in Friuli Venezia Giulia e il punto vendita del pordenonese va ad aggiungersi a quelli di Cividale, Codroipo, Tolmezzo, Gorizia, Monfalcone, Pordenone, San Vito al Tagliamento, Maniago, Sacile, Latisana, oltre ai due storici di Udine e Trieste, le prime sedi aperte nei primi anni Settanta. L’espansione di Maico ha superato i confini regionali per affermare la propria presenza anche in Veneto. Qui la nuova sede di Bassano Del Grappa porta a dieci i centri presenti con Belluno, Mestre, Conegliano, Verona, Treviso, Vicenza, Padova, Este, Portrogruaro. Le due nuove aperture sfidano il momento di crisi che, spiega Walter Marchesin alla guida di Maico, «si può affrontare se si lavora con professionalità e dedizione. Noi mettiamo al centro del nostro sapere audiologico la persona concentrandoci sul valore umano, sul rapporto personale e sulla tecnologia. Siamo sempre alla ricerca dell’innovazione e del prodotto migliore da offrire ai nostri assistiti». 

Una realtà con 23 Centro e un centinaio di dipendenti

Con 23 centri e oltre un centinaio tra dipendenti e collaboratori, Maico si conferma azienda forte per qualità e innovazione. Utilizzando le migliori tecnologie a disposizione, tutti i Centri mettono a disposizione audioprotesi di ultima generazione e una consulenza qualificata che aiuta a capire i meccanismi dell’ipoacusia e indirizzare verso la soluzione migliore e personalizzata. «Ogni giorno è una nuova sfida e bisogna sempre stare attenti all’evoluzione delle esigenze personali – spiega Marchesin -. La nuova tecnologia riesce a stimolare il sistema neurale in particolare le aree del cervello atte all’ascolto e alla memoria, pertanto è necessario seguire l’evolversi del problema ipoacusico e neuro sensoriale in tutte le fasi dell’età della persona. Bisogna essere sempre pronti a mettere in discussione tutto il proprio sapere e tutto il proprio fare».

Numerose le collaborazione attivate sul territorio

Essere in grado di sentire favorisce l’autonomia e la socialità, in particolare della persona anziana, preservare l’udito è fondamentale Maico ne ha fatto una filosofia. Grazie alle strumentazioni più moderne gli esperti possono arrivare a diagnosi efficaci per rispondere alle singole necessità con l’attenzione che da sempre contraddistingue l’azienda, impegnata anche sulla sensibilizzazione e prevenzione ai problemi dell’udito anche attraverso una collaborazione pluriennale con l’attrice Dalila Di Lazzaro. E sono numerose le collaborazioni con le realtà del territorio a sostegno anche di altre problematiche dell’anziano come il sostegno costante di Maico nel corso degli anni alla 'Serata Alzheimer' dedicata alla conoscenza di questa patologia.