18 agosto 2019
Aggiornato 20:00
Tavagnacco

Al via i Mondiali di calcio femminile con molti volti noti al Friuli

Grazie al Tavagnacco la competizione continentale avrà un pezzo di Friuli rappresentato in Francia
Al via i Mondiali di calcio femminile con molti volti noti al Friuli
Al via i Mondiali di calcio femminile con molti volti noti al Friuli ANSA

TAVAGNACCO - Partono oggi i Mondiali di calcio femminile, che vedranno protagonista l’Italia di Milena Bartolini. Fino al 7 luglio le ragazze del pallone potranno farsi conoscere al mondo, dimostrando di che pasta sono fatte e potendo contare su una visibilità senza precedenti per il calcio in rosa, grazie a dirette e rubriche di approfondimenti programmati sia su Sky che sulla Rai. Il movimento sta crescendo e a dimostrarlo c’è l’interesse sempre maggiore dei grandi club della serie A maschile per il Campionato femminile. Il prossimo anno, su 12 squadre al via, 10 avranno alle spalle un top club: dalla Juventus al Milan, dalla Roma all’Inter, dal Sassuolo alla Fiorentina. Uniche squadre slegate dal calcio maschile saranno il Tavagnacco e la Florentia.

Proprio grazie al Tavagnacco, da 19 anni consecutivi in serie A, questi Mondiali saranno speciali per il Friuli. Non ci sono giocatrici gialloblu convocate, ma ce ne sono molte di quelle che proprio a Tavagnacco hanno iniziato la loro carriera. Una su tutte, la bomber Ilaria Mauro, nata a Zompitta di Reana del Rojale e per anni giocatrice del Tavagnacco. Anche il capitano delle azzurre, Sara Gama (è triestina) vanta un passato con la maglia gialloblu. Stesso discorso per Chiara Marchitelli e Alice Parisi.

Non resta che godersi questo Mondiale, con l’esordio dell’Italia che è previsto per domenica all’ora di pranzo contro l’Australia (alle 13). Ai tifosi friulani spetterà il compito di tifare per Mauro e per tutte le calciatrici che hanno legato il proprio nome alla storia del Tavagnacco.