18 agosto 2019
Aggiornato 19:30
L'incontro

Salute: presto la scelta sui punti nascita di Palmanova e Latisana

Per il vicegovernatore Riccardi vanno prese scelte che in passato sono state procrastinate
Salute: presto la scelta sui punti nascita di Palmanova e Latisana
Salute: presto la scelta sui punti nascita di Palmanova e Latisana Regione Friuli Venezia Giulia

PALMANOVA - «Il sistema di ostetricia e ginecologia così com'è oggi rischia di portarci fuori dagli ambiti della sicurezza. L'indecisione nella quale è stato lasciato in passato e la mancanza di medici rende necessaria una scelta definitiva che concentri queste funzioni. È una decisione che, per troppi anni, nessuno si è assunto la responsabilità di prendere. Non esistono mandanti politici o regolamenti rispetto al passato ma solo la sicurezza di mamme e bambini". Lo ha dichiarato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, dopo l'incontro con il sindaco e i capogruppo del Comune di Palmanova che ha avuto per oggetto il punto nascita e il ruolo del nosocomio palmarino.

"A Martines e ai capigruppo - ha continuato Riccardi - ho confermato che la decisione sull'assetto dei punti nascita degli ospedali di Palmanova e Latisana sarà presa entro breve tempo». Il tutto, ha precisato il vicegovernatore, ascoltando le preoccupazioni mosse dai professionisti e dagli operatori della sanità che, per primi, denunciano una situazione di mancata sicurezza del sistema. Anche il riferimento al numero delle prestazioni che vengono erogate, per Riccardi è un fattore determinante di definizione della sicurezza: meno prestazioni significa anche minore garanzia per chi vuole partorire in un punto nascita.

«Non è in discussione l'esistenza dei due ospedali - ha concluso il vicegovernatore - ma occorre prendere subito le decisioni che affidino a ciascuno di essi un ruolo specifico. Queste scelte in passato non si sono volute prendere e ora non sono più rinviabili».