21 giugno 2019
Aggiornato 00:00
La novità

Cluster Arredo/Casa Fvg, si lavora per aprire un 'ufficio sentinella' in Canada

Dopo Russia, Cina e Singapore si punta al Nord America. Sul posto il direttore Carlo Piemonte
Cluster Arredo/Casa Fvg, si lavora per aprire un 'ufficio sentinella' in Canada
Cluster Arredo/Casa Fvg, si lavora per aprire un 'ufficio sentinella' in Canada Ufficio Stampa

UDINE - Non si arresta l’operazione-presidio di 'International Platform' sui mercati internazionali dell’arredo: dopo Russia, Cina e Singapore, il Cluster Arredo/Casa è al lavoro per un quarto «ufficio-sentinella», stavolta in Canada, paese che ospita decine di migliaia di corregionali. A Toronto il direttore del Cluster, Carlo Piemonte, ha incontrato in una tre giorni di lavoro partner e soggetti con cui le aziende del Fvg potranno sviluppare i contatti e poi gestire in autonomia il proprio business.

Finora il progetto con le 3 platform già attive hanno portato ad oltre 450 contatti qualificati.  Le aziende interessate stanno aprendo trattative commerciale con il supporto consulenziale, altamente specializzato sul settore arredo/casa, offerto dal progetto 'International Platform', in particolare per mercati complessi come la Cina. «Proprio questo paese si sta rivelando sempre più un mercato in grado di dare soddisfazioni – commenta Piemonte -. Diverse aziende stanno lavorando a progetti concreti da realizzare, tenendo presente che il percorso per entrare in Cina richiede tempo, costanza e perseveranza. Ora «International Platform» vuole continuare il suo percorso, stavolta verso il nord America».

Il progetto del Cluster Arredo è un modello di innovazione a livello nazionale, guardato con interesse da altre regioni e dalle aziende perché risponde ad esigenze concrete, come quelle di ottenere informazioni puntuali su progetti ed opportunità con un approccio altamente specializzato sul settore. «La forza del progetto sta proprio nella combinazione tra gli uffici internazionali, che conoscono il mercato in loco, e i nostri uffici Cluster – chiude Piemonte -, che sanno perfettamente quali siano le esigenze del tessuto produttivo regionale».