18 ottobre 2019
Aggiornato 06:30
Turismo

Vacanze sicure: le 8 regole «anti fregatura» della Polizia postale

In questo periodo il fenomeno delle truffe sembra acutizzarsi, complice anche la ricerca di offerte a basso costo
Polizia Postale al lavoro
Polizia Postale al lavoro ANSA

UDINE - Verificare la coerenza e la veridicità delle immagini; visualizzare tramite satellite la presenza dell'immobile e la zona in cui è situato; chiedere conferme e dettagli prendendo contatto con l'inserzionista; controllare se il prezzo richiesto sia o meno in linea con la località e la struttura della casa; chiedere di visitare, ove possibile, l'immobile.

E ancora, saldare caparre fino a un massimo del 20% del prezzo totale richiesto; non inviare documenti di identità e infine effettuare pagamenti solo su Iban riconducibili a un conto corrente italiano o tramite metodi di pagamento tracciato: sono le otto regole consigliate da Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unione Nazionale Consumatori e Subito, primo portale per compravendite online, a chi intende affittare una casa per le vacanze estive.

Pochi e semplici consigli da applicare in fase di ricerca e prenotazione, spiegano in una nota, in questa stagione, quando il fenomeno delle truffe sembra acutizzarsi, complice anche la ricerca di offerte a basso costo.