18 settembre 2020
Aggiornato 16:30
Tarvisio

Alla scoperta della fantastica miniera di Raibl

Un reticolo di 120 km di gallerie disposte su diciannove livelli che scendono fino a 520 metri di profondità

TARVISIO - A pochi chilometri da Tarvisio, località turistica delle Alpi Giulie, al confine di Italia, Austria e Slovenia, c’è il paesino di Cave del Predil. Qui, in uno scenario suggestivo e incantevole, si trova l’ex miniera di Raibl, per secoli uno dei più importanti siti europei per l’estrazione di piombo e zinco, oggi Parco internazionale geominerario di Raibl. Un reticolo di 120 km di gallerie disposte su diciannove livelli, che scendono fino a 520 metri di profondità.

La miniera

Visitare una miniera è un’esperienza educativa ed emozionante per i bambini che hanno così l’opportunità di conoscere la tradizione mineraria italiana, i minerali e le tecniche di estrazione percorrendo parte delle gallerie della miniera a piedi o a bordo di un trenino elettrico. Un’escursione che entusiasmerà grandi e piccini in uno dei luoghi più sorprendenti del patrimonio storico, culturale e geologico della zona del Tarvisiano. Una destinazione da non perdere che fa parte del ricco programma di Forest Camp, il progetto ideato dal comune di Tarvisio in collaborazione con il Consorzio di promozione turistica del tarvisiano. Inoltre, per i possessori di Forest Camp card, la chip card nominativa che permette di fruire di speciali sconti e promozioni, questa esperienza è totalmente gratuita.

La Forest Camp card

La Forest Camp card può essere attivata per tre giorni, al costo di 35 euro, oppure per sette giorni, a 50 euro. Per ulteriori informazioni sulla Forest Camp card e sul Parco internazionale geominerario di Raibl potete scrivere alla mail info.tarvisio@promoturismo.fvg.it.