21 settembre 2019
Aggiornato 01:00
Udine

La Polizia arresta due ladre rom in dolce attesa

Le due donne sono state sorprese in una casa del centro cittadino. Il fatto è successo giovedì 4 luglio, poco prima delle 14
La Polizia arresta due ladre rom in dolce attesa
La Polizia arresta due ladre rom in dolce attesa Polizia di Stato

UDINE - Due ladre in dolce attesa, Anita Spaic di 32 anni e Danjela Novak di 34 anni, sono state arrestate dalle Volanti della Questura di Udine. Le donne, croate di etnia rom, nonostante lo stato di gravidanza stavano mettendo a segno un colpo in una abitazione del centro cittadino. Il fatto è successo giovedì 4 luglio, poco prima delle 14.

Sul posto due volanti della Polizia

Una coppia di residenti, rientrando a casa, le ha sorprese mentre uscivano dall’abitazione, tirandosi dietro la porta: visti i segni di effrazione e la serratura danneggiata, ha iniziato a rincorrerle allertando nel frattempo la Polizia di Stato. Immediatamente sono giunte sul posto due Volanti, una delle quali è riuscita a fermare una delle ladre; la seconda, con inaspettata agilità visto lo stato interessante, ha scavalcato varie cancellate di altri condomini e infine un muretto di recinzione di un deposito ferroviario per poi nascondersi ma invano, visto che l’equipaggio dell’altra pattuglia l’ha sorpresa accovacciata tra alcuni arbusti, intenta a richiedere al telefono l’aiuto di un terzo complice.

Gioielli recuperati

Accanto a sé aveva due borse e un calzettone all’interno del quale erano occultati molti gioielli e arnesi da scasso come una chiave inglese e la plastica rigida degli involucri dello shampoo, notoriamente utilizzata per aprire lo scrocco delle serrature dai ladri d’appartamento. Negli uffici della Questura gli operatori hanno raccolto la denuncia dei proprietari, ai quali sono stati restituiti tutti i gioielli trovati. Gli accertamenti successivi hanno evidenziato l’utilizzo da parte di entrambe le malviventi di numerosi alias in tutto il territorio nazionale, ma soprattutto i tanti precedenti giudiziari e di polizia, quasi esclusivamente per furti in abitazione: solo nei primi sei mesi del 2019 una di loro è stata deferita all’Autorità giudiziaria per quel reato 16 volte, e diversi sono gli anni di pena che deve ancora espiare per precedenti furti.

Le due donne sono state arrestate

Garantite alle due donne, di 32 e 34 anni, assistenza e visita medica che ne ha confermato il buon stato di salute, sono state arrestate per il furto in abitazione aggravato dalla violenza sulle cose in concorso e associate alla casa circondariale di Trieste. La più giovane è stata anche deferita per inosservanza del divieto di ritorno in Udine