21 settembre 2019
Aggiornato 01:00
Gonars

La Polizia rintraccia un escavatore rubato in un'area di sosta dell'A4

La macchina operatrice si trovava su un camion con targa romena. Denunciate due persone per i reati di ricettazione in concorso
La Polizia rintraccia un escavatore rubato in un'area di sosta dell'A4
La Polizia rintraccia un escavatore rubato in un'area di sosta dell'A4 Polizia di Stato

GONARS - Nell’ambito dei controlli volti a reprimere il fenomeno dei delle macchine operatrici 'asportate' nelle aziende e nei cantieri e poi esportati illegalmente, nella serata di venerdì 5 luglio, due pattuglie della sottosezione Polizia stradale di Palmanova, avendo avuto notizia che dentro un complesso veicolare di nazionalità estera vi era una macchina operatrice rubata in Lombardia, si ponevano alla ricerca del mezzo pesante segnalato.

Sebbene il veicolo non fosse ben specificato, in quanto non si conoscevano nè targa nè modello, gli operatori che avevano concentrato le ricerche sui mezzi esteri telonati in viaggio verso est, dopo averne individuati tre contemporaneamente, procedevano al loro controllo nell’area di servizio di Gonars, dell’autostrada A/4, scoprendo che all’interno di un autotreno di nazionalità rumena, il quale stava eseguendo un regolare trasporto internazionale di altra merce, vi era anche un escavatore Caterpillar, del presumibile valore di 30.000 euro, che corrispondeva a quello oggetto del furto.

Ulteriori accertamenti confermavano la provenienza furtiva e che si trattava dell’escavatore prelevato all’interno di un cantiere adiacente una strada provinciale nel bergamasco, dove vi erano in corso dei lavori stradali. Informato il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Udine, l’escavatore veniva sequestrato e i due conducenti denunciati per i reati di ricettazione in concorso.