18 settembre 2019
Aggiornato 07:30
CIVIDALE DEL FRIULI

Si inaugura l'edizione 2019 di Mittelfest

L'evento per 10 giorni porterà in scena grandi protagonisti della musica, del teatro e della danza nazionale e internazionale
Si inaugura l'edizione 2019 di Mittelfest
Si inaugura l'edizione 2019 di Mittelfest Ufficio Stampa

CIVIDALE DEL FRIULI - Si inaugura venerdì pomeriggio a Cividale la XXVIII edizione di Mittelfest, che per 10 giorni porterà in scena grandi protagonisti della musica, del teatro e della danza nazionale e internazionale, sempre con un’attenzione particolare al territorio.

Dopo il taglio del nastro ufficiale in piazza Paolo Diacono, alle 17.30, con i rappresentanti istituzionali, questa sinergia che da Friuli si allarga all’Europa e al Mondo è ben sintetizzata dal concerto di apertura Leader (alle 18.30 nella Chiesa di S. Francesco) che vede l’incontro tra l’ungherese Savaria Orchestra, il direttore friulano, già direttore artistico per il programma musicale al Teatro Giovanni da Udine Marco Feruglio, e la solista giapponese Sayaka Shoji (che sostituirà il violinista armeno Sergey Katchatrian, assente per motivi di salute). «La coincidenza tra il tema di Mittelfest, 'Leadership', e l’anniversario della nascita di Napoleone Bonaparte divengono tentazione irresistibile per un programma incentrato sulla sinfonia Eroica, la cui dedica, poi stracciata, di Ludwig van Beethoven al rivoluzionario generale, diventato presto tiranno, è storia e mito al tempo stesso». Spiega il direttore Feruglio. Completano il programma di un concerto totalmente beethoveniano la drammatica ouverture Coriolano, ispirata a un’altra tragica figura di condottiero leader e la forza del sublime di un altro capolavoro del grande compositore tedesco, il mirabile concerto op. 61.

Cultura umanistica e cultura scientifica sono messe a confronto, invece, nella prima prova di scrittura per il teatro del giallista, romanziere e chimico Marco Malvaldi, ripartendo dal suo testo intitolato L’infinito tra parentesi (alle 21 nel Teatro Ristori, in prima nazionale) Due mondi che si affrontano nelle storie di due fratelli, interpretati da due veri fratelli di sangue e d’arte, e grandi protagonisti della scena italiana, Maddalena e Giovanni Crippa, diretti da Piero Maccarinelli. Lo spettacolo vede la collaborazione produttiva tra due importanti teatri italiani, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e Teatro della Toscana, con Associazione Mittelfest. Chiude la prima giornata alle 22.30 in piazza Duomo la Pressburger Klezmer Band, uno dei principali gruppi di etno music in Slovacchia. È la prima band slovacca a trarre ispirazione dalla musica dell'Europa centrale e orientale conosciuta come klezmer. Tra creatività e tradizione, il risultato è un mix di musica ebraica, slovacca, balcanica e orientale, completato da elementi folk gipsy.