20 settembre 2019
Aggiornato 04:00
Il fatto

Udine, arrestato il ladro che per i suoi colpi utilizzava una siringa

A finire nei guai è stato un 38enne italiano, udinese, considerato responsabile di 3 azioni criminose tra giugno e luglio
Auto della Polizia
Auto della Polizia Polizia di Stato

UDINE - Martedì 23 luglio, il personale della Squadra Mobile della Questura di Udine ha arrestato, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Udine, un 38enne italiano, udinese, responsabile di tre rapine commesse nel capoluogo in giugno e luglio.

Il 12 giugno l’uomo, nel tardo pomeriggio, era entrato in una tabaccheria e, sotto la minaccia di una siringa, aveva costretto la titolare a consegnargli la somma di 200 euro, dandosi poi alla fuga. Il 27 dello stesso mese l’uomo aveva invece rubato a una donna straniera che transitava in bicicletta in una via del centro la borsa che teneva nel cestello, facendola anche cadere e procurandole lesioni. Il 2 luglio, ancora sotto la minaccia di una siringa, costringeva una barista a farsi consegnare l’incasso della giornata.

L’attività condotta dagli agenti e gli elementi raccolti permettevano al pm titolare delle indagini di richiedere e ottenere la misura cautelare eseguita dai poliziotti.