26 agosto 2019
Aggiornato 03:00
L'annuncio

Terza corsia, Fedriga: «Il terzo lotto della A4 sarà pronto con un anno di anticipo»

Il governatore si è detto orgoglioso di rappresentare una regione ai vertici dell'efficienza a livello europeo nell'esecuzione di infrastrutture
Terza corsia, Fedriga: «Il terzo lotto della A4 sarà pronto con un anno di anticipo»
Terza corsia, Fedriga: «Il terzo lotto della A4 sarà pronto con un anno di anticipo» Autovie Venete

GONARS - «Il cantiere del terzo lotto della terza corsia della A4 si chiuderà la prossima primavera, con un anno di anticipo rispetto alla scadenza prevista». Lo ha annunciato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, durante la presentazione alla stampa e alle autorità del nuovo tratto di A4 a tre corsie dal nodo di Palmanova fino a un chilometro e mezzo dopo l'area di servizio di Gonars in direzione Venezia, da oggi completamente aperto al traffico veicolare, con notevole anticipo sull'iniziale tabella di marcia dell'opera.

Lavori completati prima del previsto 

Intervenendo assieme al presidente di Autovie Venete, Maurizio Castagna, e al sindaco di Gonars, Ivan Diego Boemo, il governatore Fedriga ha rimarcato l'importanza dell'apertura di questo primo tratto di terza corsia, che rientra nei lavori del primo sub lotto (Gonars - nodo di Palmanova) del quarto lotto (Gonars - Villesse) dell'opera, e sottolineato di essere «orgoglioso di rappresentare una regione come il Friuli Venezia Giulia, che si conferma ai vertici dell'efficienza a livello europeo nell'esecuzione di infrastrutture del valore di centinaia di milioni di euro. Un successo del quale tutti i cittadini devono essere fieri». Fedriga ha quindi spiegato che «realizzare la terza corsia senza chiudere l'autostrada è come ristrutturare casa vivendoci dentro: ovviamente ci sono dei disagi per l'utenza, per i quali mi scuso, ma posso confermare che questo cantiere non vedrà la prossima estate. Grazie alla professionalità della struttura commissariale, di Autovie Venete, delle aziende e delle maestranze coinvolte dal progetto, i lavori verranno infatti completati molto prima del previsto».

Più sicurezza per i viaggitori, maggiore competitività per le imprese

Il governatore ha sottolineato che «il Cipe ha recepito le indicazioni della Regione e da parte dei ministeri competenti c'è stata ampia collaborazione, così abbiamo superato le criticità esistenti e abbiamo proseguito verso l'affidamento della concessione alla newco con il trasferimento delle linee di finanziamento da Autovie Venete alla nuova società, evitando il blocco dei cantieri con i danni che ne sarebbero conseguiti per l'utenza e le imprese». Altrettanto soddisfatto l'assessore regionale a Infrastrutture e territorio del Friuli, Graziano Pizzimenti, secondo il quale «oggi si apre un tratto fondamentale per la viabilità, in vista degli imminenti esodi estivi perché il restringimento al nodo di Palmanova rappresentava un collo di bottiglia. Inoltre, la forte contrazione dei tempi di realizzazione dell'opera nella sua interezza rappresenta un dato molto rilevante per il Friuli Venezia Giulia, perché la terza corsia oltre a garantire maggiore sicurezza ai viaggiatori renderà anche più competitive le imprese del territorio».